Milan, Pioli: "Al mio futuro non penso. Torino? Non è un avversario facile"

16.02.2020 14:42 di Marina Beccuti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Ansa
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Milan, Pioli: "Al mio futuro non penso. Torino? Non è un avversario facile"

Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match casalingo contro il Torino.

Le prime parole riguardano il suo contratto con il Milan, visto che si parla di un suo addio a fine stagione, se non arriverà una qualificazione europea.

"Non sono assolutamente preoccupato per il mio futuro, non ci sto pensando. C'è grande concentrazione e determinazione. Le altre cose non mi interessano. Ho sempre sentito l'appoggio della società, fa piacere, so anche qual è il mio ruolo, so che c'è sempre da dimostrare qualcosa. Avere la fiducia di chi mi sta vicino è molto importante, ma sarà il lavoro, sommato ai risultati, a determinare le situazioni future", ha puntualizzato il tecnico dei rossoneri.

Parlando delle novità che potranno arrivare dal Var, con la chiamata da parte delle società, Pioli non è d'accordo.

"Non mi piace. L'allenatore fa allenatore e l'arbitro fa l'arbitro. Ho sempre detto che l'aiuto della tecnologia può permettere agli arbitri di dirigere le partite con maggiore serenità, e questa cosa non l'ho vista nelle ultime situazioni, senza entrare negli episodi. Ma è giusto che gli arbitri facciano gli arbitri e noi allenatori dobbiamo accettare le decisioni".

Sul prossimo avversario, Pioli non si fida del Torino.

"Dobbiamo essere preparati a trovare un avversario difficile da superare, arrivando in un momento così difficile hanno voglia di ribaltare la situazione. Non è un avversario facile, sarà una gara combattuta. Hanno cambiato allenatore e hanno cambiato anche qualcosa tatticamente".