La decisione dopo il vertice telefonico Juventus-Allegri: Koulibaly diventa il primo obiettivo. L’interesse per Bremer scema?

02.07.2022 11:00 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: La Stampa e Tmw
Gleison Bremer
TUTTOmercatoWEB.com
Gleison Bremer
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

La Juventus vuole ingaggiare Kalidou Koulibaly per rifarsi la difesa, in caso di partenza di de Ligt, e il nome del centrale senegalese è finito in cima alla lista dei desideri dopo un recente vertice telefonico tra i dirigenti juventini e il tecnico Allegri. La missione è ai limiti dell'impossibile - sottolinea La Stampa nel suo punto di mercato - e non solo perché vincolata alla cessione del difensore olandese: bisogna trattare con il presidente De Laurentiis e poi ottenere il sì del giocatore.

Nei parametri.
I ragionamenti alla Continassa sono in corso e il 31enne Koulibaly viene considerato il giocatore ideale per sostituire de Ligt. In più ha uno stipendio che rientra perfettamente nei nuovi piani bianconeri, può guadagnare 6 milioni di euro più 2 di bonus, e rappresenterebbe anche un risparmio rispetto a quello che costa attualmente de Ligt (8 milioni netti più 4 di bonus).

100 milioni cash.
La Juve ha fissato un prezzo per cedere l'olandese, vuole 100 milioni "cash" e ha già respinto la proposta del Chelsea di 40 milioni più un giocatore (Werner o Pulisic), e allo stesso tempo riflette sui 40 milioni chiesti per Koulibaly. De Laurentiis sa che corre il rischio di perdere il proprio giocatore a parametro zero tra un anno e non può fare grandi barricate, al massimo sperare nelle manovre di Barcellona e Chelsea per non vederlo finire alla Juve.

Con Koulibaly che diventa il primo obiettivo per la difesa, l’interesse della Juventus per Bremer quindi scema? Forse. Non che sia probabile che il Torino possa vendere proprio ai bianconeri il suo miglior giocatore, sarebbe molto difficile da parte delle dirigenza granata farlo ingoiare ai propri tifosi e anche per Gleison passare sull’altra sponda del Po non sarebbe facile rimanendo a vivere in città. Detto questo, se la Juventus non dovesse riuscire ad arrivare a Koulibaly e nel frattempo il Torino non avesse ceduto Bremer a qualche altro club i bianconeri potrebbero tornare alla carica, anche in previsione del fatto che Bonucci, che ha 35 anni, si sta avviando al termine della carriera.