Analisi tattica della Sampdoria: rombo in fase difensiva

18.09.2019 20:30 di Staff TG   Vedi letture
Fonte: diretta.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Analisi tattica della Sampdoria: rombo in fase difensiva

La Sampdoria di Di Francesco non ha iniziato molto bene la stagione: 3 sconfitte con Lazio, Sassuolo e Napoli, 9 gol subiti e 1 sola rete segnata e attualmente si trova ultima in classifica.

Lo schema di gioco della squadra blucerchiata oscilla tra il 4-3-3 e il 4-3-1-2, modulo utilizzato anche dall'ex allenatore della Doria Giampaolo. In porta Audero; una difesa a quattro con Bereszyński, Murillo, Colley e Murru; un centrocampo a tre con Vierra, Ekdal e Linetty o Jankto; in attacco Caprari dietro a Quagliarella e Rigoni oppure il trio formato da Ramirez, Quagliarella e Leris.

La squadra di Di Francesco punta molto sul pressing alto, intenso e ben organizzato, soprattutto in fase di non possesso e anche sulla transizione offensiva che porta alla finalizzazione. In fase di possesso palla, la squadra comincia a salire a partire dai difensori per arrivare in zona gol; i giocatori realizzano molti passaggi bassi per poi salire sulle fasce laterali e crossare (anche se segnare in questo modo risulta più difficile) oppure cercano di concludere l'azione salendo con il centrocampo in direzione verticale, facendosi aiutare dalle punte. In fase di non possesso, invece, con questo modulo si crea un rombo a centrocampo, tale che gli avversari, per avanzare, devono allargarsi ai lati.

E' dunque una squadra che concede molti spazi laterali e in questo inizio di campionato non ha saputo sfruttare al meglio le palle gol.