Trofeo "Beppe Viola", Il Torino batte l'Arco per 3-0

Atalanta, Roma e Chievo a pieni punti: sfide aperte per le semifinali.
08.03.2019 21:14 di Marina Beccuti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Press Office Trofeo Beppe Viola
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Trofeo "Beppe Viola", Il Torino batte l'Arco per 3-0

E’ tornato a splendere il sole su Arco nella seconda giornata del 48° Trofeo Beppe Viola, venerdì 8 Marzo. L’evento Internazionale Under 17 continua a mettere in luce grandi talenti (Zalewski, Yeboah, Horvath solo per nominarne alcuni) e tanto equilibrio: nonostante tre squadre ancora a pieni punti – Atalanta, Roma eChievo – ancora nessuna ha staccato il biglietto per le semifinali. 

Una terza giornata appassionante attende quindi il torneo di Arco, mentre i primi verdetti riguardano le squadre eliminate, con Partizan, Brøndby e Napoli già fuori dai giochi. 

GIRONE A: I CAMPIONI USCENTI SULLA STRADA DELL’ATALANTA

Nel Girone A, l’Atalanta parte subito forte contro il Brøndby, passando al primissimo affondo con Sidibe, e nei primi 25 minuti si gioca ad una sola porta, con i nerazzurri sempre in pressione e il portiere danese Juul sugli scudi in almeno 4 occasioni. Al 25°, su una rara ripartenza dei danesi, Rytter viene atterrato in area: è rigore, trasformato dallo stesso numero 11 del Brøndby.


La fisicità della squadra danese impedisce all’Atalanta di esprimere le sue qualità, ma al 55° il neo-entratoRepa raccoglie di testa un cross dalla sinistra di Ruggeri per riportare avanti gli orobici. Il Brøndby prova a reagire ma pecca di lucidità, e in chiusura Repa si prende il gusto di firmare una doppietta per il 3-1 finale.

Nell’altro incontro del Girone A, il Torino supera i padroni di casa dell’Arco per 3-0, ma senza brillare. L’assoluto dominio territoriale dei granata non si è convertito in bel gioco, e nello score saltano all’occhio soprattutto i due tiri dal dischetto falliti da Tordini. Nel primo tempo Filippone ha portato avanti il Toro al 25°, su assist dello stesso Tordini, mentre nella ripresa arrivano il gol Tordini su punizione (con grosse responsabilità dell’estremo difensore arcense) e il clamoroso autogol di Salvi in chiusura d’incontro. Domani i granata affronteranno l’Atalanta nell’incontro che vale la semifinale, con un solo risultato a disposizione: la vittoria.

GIRONE B: TUTTO NELLE MANI DEL VERONA

Prende forma la classifica del Girone B, dove Milan e Verona – ieri protagoniste di un bel 2-2 – si sono portate a quattro punti superando rispettivamente Rappresentativa Dilettanti e Lazio. 

I rossoneri si sono imposti per 3-1, frutto di un dominio territoriale imposto per gran parte della gara. Prima rete rossonera al 7° minuto con Capone, che realizza direttamente su calcio di punizione con una conclusione rasoterra. La Rappresentativa Dilettanti non ci sta, e riesce a trovare il pareggio su azione di calcio d’angolo, grazie al colpo di testa di Chiricallo al 16° minuto, ma torna a inseguire al 24° quando l’arbitro concede un rigore per fallo di mano di Di Noia: dal dischetto ancora Capone non sbaglia. Il numero 9 del Milan avrebbe avuto modo di arrotondare in chiusura di tempo, ma ha calciato alto su un invito dalla destra da posizione molto invitante.

Secondo tempo meno brillante, con la LND spesso pericolosa sui calci piazzati, ma condannata dall’errore diSiani che regala il terzo goal a Cudjoe, autore di una conclusione non irresistibile dopo una bella cavalcata dalla sinistra. 

Il destino dei rossoneri verso le fasi finali è però in mano al Verona, che dopo aver prevalso ai penalty contro i rossoneri ha superato la Lazio con un convincente 3-0. Vantaggio scaligero nel primo tempo realizzato dal capitano Calabrese all’11° minuto su azione da calcio d’angolo, la Lazio prova a reagire con più volontà che lucidità. Ancora di marca biancoceleste l’avvio di secondo tempo, con il Verona che resta addirittura in 10 per l’espulsione di Turra al 53°. Dopo la grande occasione in contropiede capitata sui piedi di Castigliani, è invece il Verona a trovare il goal della sicurezza con la deviazione sottomisura di Yeboah (68°). Allo scadere,Pierobon arrotonda il risultato dopo una bella azione.

 

GIRONE C: SPAL E PARMA DIVERTONO, FUORI IL NAPOLI

Bella sfida fra SPAL e Parma (Girone C), che si dividono la posta per 1-1, anche se il successo dei crociati ai rigori consegna ai ducali il loro destino: un successo domani contro il Napoli (matematicamente eliminato) significherebbe semifinali. 

Partenza sprint della SPAL che al 8' si porta in vantaggio sul bel calcio di punizione di Horvath. La reazione del Parma non si lascia attendere: al 12' è Stefancic ad andare in rete ma l'arbitro annulla per posizione di offside. Al 18' il centravanti dei ducali colpisce la trasversa sugli sviluppi di un corner, ma è solo l'anteprima al pareggio di El Ghazzouli che al 30' che si fa trovare pronto all'appuntamento col gol su traversone dalla sinistra di Ballabio.

Nel secondo tempo è dominio SPAL, ma i ferraresi non riescono a concretizzare: clamorosa l’occasione al 66° minuto capitata sui piedi di Saggionetto, che si fa ipnotizzare da Rinaldi a due metri dalla linea di porta. Ai calci di rigore decisivi gli errori di Manara e Laghi per il 5-4 del Parma.

GIRONE D: FRA ROMA E CHIEVO DUELLO A PUNTEGGIO PIENO

Nel Girone D Roma e Chievo conducono con sei lunghezze, dopo aver regolato Trentino e Partizan.

I giallorossi hanno avuto gioco facile nel confronto con la Rappresentativa Trentino sul campo di Via Pomerio ad Arco, vinto per 3-1. Ad aprire le marcature è stata una sfortunata deviazione di Kojdhali nella propria rete al 13° minuto, mentre il raddoppio firmato da Zalewski è arrivato dieci minuti più tardi con un destro dal limite dell’area. Ancora i giallorossi fanno 3-0 con Milanese al 47°, mentre il gol della bandiera della Rappresentativa Trentino arriva con Tognotti nei minuti di recupero.

Nell’altro confronto del Girone D, il Chievo ha dovuto faticare per avere la meglio sul Partizan (1-0) in un incontro non bello, e con parecchio nervosismo nel finale. Poche le occasioni degne di nota in una partita dal gioco spesso spezzettato dai falli. L’episodio chiave arriva al 59°, quando la progressione del clivenseAnyimah viene fermata al limite dell’area da Djordevic, con il fallo che gli costa il rosso per doppia ammonizione. Sul calcio di punizione, Marco Bontempi trasforma di precisione. Nel finale di tempo espulso il tecnico del Partizan Jesic. Domani nel turno finale Roma e Chievo si sfideranno per un posto in semifinale.

Girone A
Atalanta-Brøndby 3-1
Torino-Arco 3-0


Girone B
Lazio-Verona 0-3
Milan-Rappr. Dilettanti 3-1 

Girone C 
Spal-Parma 1-1 (4-5 d.c.r.)

Girone D
Partizan-Chievo 0-1
Roma-Rappr. Trentino 3-1

Classifiche:

Girone A: Atalanta 6; Torino 4; Brøndby 1; Arco 0.
Girone B: Verona, Milan 4; Lazio, Rappr. Dilettanti 1
Girone C: Spal 4; Parma 1; Napoli 0
Girone D: Roma, Chievo 6; Partizan, Rappr. Trentino 0