Primavera, una rivoluzione per la stagione 2016-2017

 di Marina Beccuti Twitter:   articolo letto 3927 volte
Fonte: Veronica Guariso per TorinoGranata
© foto di Diego Fornero/TorinoGranata.it
Primavera, una rivoluzione per la stagione 2016-2017

Un nuovo allenatore ed una nuova rosa per questa nuova stagione che è cominciata proprio mercoledì, con il raduno e l’allenamento in Piazza d’Armi. La Primavera del Torino FC ha dato il via ad una svolta, partendo proprio dall’addio a Moreno Longo, che ha intrapreso un percorso con la Pro Vercelli. Anche l’organico è stato rivoluzionato, così come accade ogni anno: i fuoriquota individuati sono per ora Traorè, Osei e il “Caballero” Friedenlieb. Molti hanno lasciato il Toro definitivamente, come Mantovani e Debeljuh; altri sono andati in prestito come Procopio; altri ancora sono tornati a casa come Martino. Permangono invece i classe ’98, come Tobaldo, Auriletto e Gjuci, che già conoscono il Campionato della Primavera. Ci sono stati anche degli innesti dalla Berretti (De Luca, Rivoira, Kouakou, Bortoletti) e dagli Under 17 (Coppola, Buongiorno, Iacuaniello, Oukhadda). Coppitelli, nuovo allenatore dei giovani granata, avrà quindi a disposizione una rosa differenziata, ma ricca di talenti, tenendo conto anche dei nuovi acquisti ( Donnola dal Matera, Braidich dall’Inter, Luise dal Napoli, D’Alena dalla Roma e Kouadio dalla Fiorentina). Nuovi volti per un nuovo anno, che comincia proprio a Torino, con i primi due giorni di allenamento, per poi avviarsi realmente con la prima parte del ritiro ad Acqui Terme, per spostarsi poi a Cantalupa, luogo abituale ormai per quanto riguarda il periodo precampionato. Coppitelli ha già raggiunto traguardi importanti con le Giovanili della Roma, aggiudicandosi ben due scudetti in tre anni. Si spera quindi possa continuare il ciclo positivo di Moreno Longo, per regalare ancora tante soddisfazioni e nuovi talenti da inserire nel calcio dei “grandi”.