Zappacosta e Baselli in arrivo. Ancora stallo per l’attaccante

Per Belotti i tempi si allungano e non ci sono certezze. Bovo ha interrotto l’allenamento e Jansson sta svolgendo un lavoro personalizzato programmato. Altra mattina dedicata a esercizi di potenziamento atletico.
16.07.2015 11:25 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin per TorinoGranata.it
Zappacosta e Baselli in arrivo. Ancora stallo per l’attaccante
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

In attesa degli arrivi di Zappacosta e Baselli che dovrebbero unirsi ai nuovi compagni nella giornata tengono banco le dichiarazioni di ieri di Zamparini su Belotti. Il patron del Palermo ha confermato che Cairo ha richiesto l’attaccante, ma il numero uno granata si è sentito dire di no. Il no, per stessa ammissione di Zamparini, non è definitivo, infatti, fra una ventina di giorni lo scenario potrebbe cambiare, ma non è detto che alla fine il Palermo si voglia privare del suo attaccante. Cairo e Ventura decideranno di aspettare l’evolversi della situazione oppure vireranno su un altro profilo? Non si può far altro che attendere e monitorare ogni indiscrezione che proviene dal mercato. Defrel resta sempre nel mirino, mentre per Hernandez l’Hull City non è intenzionato ad abbassare le pretese quindi, al momento, sembra molto improbabile, per non dire impossibile, che arrivi al Torino.   

 

Altro giorno di lavoro per il Torino che nell’allenamento del mattino si è dedicato soprattutto alla parte atletica iniziando con il riscaldamento in palestra e proseguendo poi sul terreno di gioco. I primi esercizi sul campo: corsa e una sorta di “limbo” passando sotto una corda tesa fra due pali e mantenendosi alternativamente a destra e a sinistra e, per finire questa prima sessione di lavoro, corsa saltando gli ostacoli.
In campo mancava Jansson che, come già ieri, sta svolgendo un lavoro personalizzato da inquadrarsi nel pieno recupero della forma dopo l’operazione al ginocchio sinistro servita per debellare la tendinopatia rotulea cronica. Tutto nella norma quindi per il difensore svedese.
I portieri come di consueto passano a un lavoro specifico, mentre il resto del gruppo si divide in due squadre per effettuare esercizi sui passaggi facendo transitare il pallone fra i conetti.
Bovo ha dovuto interrompere l’allenamento, non sembra nulla di grave, e se nella seduta pomeridiana sarà presente si avrà la conferma che l’interruzione è stata solo precauzionale.
L’allenamento è proseguito con le ripetute di corsa intorno al terreno di gioco. Per Acquah, Mantovani e Graziano, come già avvenuto ieri mattina, esercizi a parte con palla al piede e slalom fra i conetti seguendo le indicazioni di Rodoni Iribarnegaray prima di tornare a riunirsi ai compagni per le ripetute di corsa. Finita la corsa stretching e bagno nella piscinetta. Il lavoro è terminato alle 11,25.

Nel pomeriggio allenamento alle ore 17.