Visto dalla curva: brutto risveglio

11.01.2009 15:14 di Marina Beccuti   vedi letture
Visto dalla curva: brutto risveglio
TUTTOmercatoWEB.com

Elvis Bogetti

 

Un detto dice: "L'epifania tutte le feste porta via". Probabilmente, insieme alle feste, si è portata via anche quel poco che si era visto nel gioco del Toro a fine anno scorso. Ieri ho visto una squadra che ha giocato male, i cui giocatori bighellonavano sul campo, che erano senza grinta e senza voglia. Mi è sembrato di rivedere il gioco espresso con Novellino l'altro anno e con De Biasi nelle ultime partite della sua gestione: palla lunga e pedalare, gioco impostato da Natali (e tutti sappiamo che non ha piedi e la precisione di un "Pirlo" qualsiasi), cross sbagliati, stop di palla a un metro, ecc.


Io non capisco, e non mi capacito, come dei giocatori possano disputare ripetutamente delle partite così orrende. Possibile che quando sono in campo riescano a dimenticare tutti i fondamentali del calcio. Se io fossi l'allenatore li metterei per ore ad allenarsi a fare cross (e se la palla non arriva tutte le volte in prossimità del dischetto del rigore li farei rimanere fino a sera tarda a calciare), a stoppare la palla, a palleggiare e a tirare (magari disegnando un quadrato 1 metro x 1 metro facendoli calciare sempre nello stesso posto finché non gli viene la nausea).


I giocatori devono essere dei professionisti e non devono pensare alle voci di calciomercato, al possibile aumento di stipendio, a fantomatici "Mister X" o a Superman. Devono preparasi fisicamente e mentalmente per affrontare ogni partita come una finale di Champions, ma a quanto sembra al Toro non si riesce a fare. I 15 punti attuali in classifica vogliono solo dire una cosa: serie B.


Non vorrei essere troppo drastico ma da tifoso non riesco più ad avere fiducia. Ho il terrore di rivivere le sensazioni di paura e sgomento provate nelle precedenti occasioni di retrocessione. Io rispetto il lavoro di tutti i tecnici che ci sono in panchina, ma sinceramente credo che a inizio campionato abbiamo fatto delle buonissime partite che solamente dei torti arbitrali non ci hanno permesso di vincere e di avere una situazione in classifica migliore. Al lunedì discutevamo di come avevamo giocato bene ma avevamo la scusa: "ci hanno annullato un gol valido", "il gol di Bianchi non era in fuorigioco", "la Sampdoria non merita di vincere, meritavamo noi".


Adesso continuiamo a dire che giochiamo male, che la squadra non gira, che nonostante il 4-4-2 non giochiamo sulle fasce, che non facciamo cross, che sbagliamo quei pochi che facciamo,ecc ... Purtroppo ci siamo infilati in un tunnel di depressione da cui non riusciamo a tirarci fuori e come dice sempre Novellino (fateci caso in tutte le interviste) il Toro deve LAVORARE, devo continuare a LAVORARE, solo con il LAVORO duro si riesce ad uscire da questa innegabile brutta situazione. Una domanda: ma allora, la squadra, invece di LAVORARE negli ultimi 2 mesi che ha fatto?