Verdi, il primo tassello da cui ripartire. Serve un Toro d'assalto

28.07.2020 06:45 di M. V.   Vedi letture
© foto di Image Sport
Verdi, il primo tassello da cui ripartire. Serve un Toro d'assalto

La forza di Simone Verdi è nella possibilità di calciare indistintamente con il piede destro ed il piede sinistro, un fattore che crea imprevedibilità e costituisce maggiore pericolo per le difese avversarie. Il problema è che tutta la sua potenzialità, Verdi l'ha mostrata praticamente solo dai calci piazzati, battuti senza dubbio a regola d'arte, ma il suo apporto alla fase offensiva granata, ad eccezione dello splendido gol contro la Spal e di quello, peraltro inutile, rifilato alla Sampdoria, finisce li. Troppo poco per giustificare l'investimento della società sul suo cartellino.

Tuttavia dopo il lockdown le sue prestazioni sono andate in crescendo, restituendo finalmente un calciatore di un certo livello al Torino nella corsa per la salvezza. Per la prossima stagione, in cui si dovrà modificare molto l'assetto del gruppo, il Toro dovrà ripartire da lui, costruendo un Toro d'assalto in grado di esaltare le sue qualità e riportarlo quanto meno sui livelli del calciatore ammirato a Bologna, dove Verdi realizzò dieci reti fornendo ben dieci assist vincenti (attualmente è fermo a due gol e sei assist) attirando l'interesse di grandi club finendo al Napoli, in un'avventura, per tanti motivi, non esattamente fortunata.