Toro, dieci partite in un mese e mezzo: un ciclo per scoprirsi grande

09.09.2019 22:21 di Federico Danesi   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Toro, dieci partite in un mese e mezzo: un ciclo per scoprirsi grande

Dieci partite in un mese e mezzo prima della prossima pausa per le nazionale. Certo il Toro volente o nolente, non avrà il problema dell'Europa League. Ma resta un tour de force notevole considerato che in mezzo ci sono le gare contro il Milan alla 5^, con il Napoli alla 7^, la trasferta di Roma con la Lazio tre giorni prima del Derby. E a chiudere il ciclo, il 9 novembre Brescia-Torino.

Come a dire un ciclo che testerà le reali ambizioni di Belotti e compagni. Ma anche una prima risposta a chi tema che la preparazione partita molto prima degli altri, alla lunga possa lasciare scorie importanti nel fisico e nella testa dei giocatori. Certo adesso a Walter Mazzarri non mancano i ricambi, anche se non tutte le riserve (prime o seconde che siano) valgono come i titolari, reali o presunti che siano.

In ogni caso il Toro ha fretta di sapere. Come il suo tecnico che in passato è stato abituato a reggere anche ritmi più incalzanti, ma che con questa squadra ancora si deve provare fino in fondo.