Torino-Pisa, le pagelle: Ljajic cecchino, il gallo canta ogni partita

29.11.2016 23:53 di Alex Bembi   vedi letture
Torino-Pisa, le pagelle: Ljajic cecchino, il gallo canta ogni partita
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Padelli 6,5: inoperoso per lunghi tratti, non si fa trovare addormentato quando serve il suo apporto. Meraviglioso il balzo felino con cui nega il gol a Lisuzzo, anche un’uscita coraggiosa di piedi in cui si fa pure male. Stringe i denti e resta in campo, seppur mai più chiamato in causa.

De Silvestri 5,5: si vede poco, contro avversari di categoria inferiore dovrebbe osare di più.

Bovo 6: piede caldo sui calci piazzati, una sua punizione respinta con la mano da un nerazzurro meriterebbe il fischio da rigore, ma l’arbitro soprassiede.

Ajeti 6: all’esordio, dimostra di essere un gladiatore che sa quando intervenire con l’ascia più che con il fioretto. Bene anche in fase offensiva, va vicino al gol due volte, di testa e di piede, ma il suo tiro a botta sicura è respinto in extremis da un difensore.

Moretti 6,5: torna a sinistra, ruolo che non ricopriva da anni prima dell’emergenza terzini nella rosa di Mihajlovic. Questa sera è anche più intraprendente in avanti, come in occasione del bel cross che manda in rete il gallo.

Obi sv: ancora un problema muscolare per lui. Sfortunato. (dal 15’ Gustaffson 6: un po’ leggero, ma dotato di discreta qualità. Da applausi il colpo di tacco per Boyè che sfrutta al meglio il pregiato assist.

Lukic 5,5: sfiora il gol con un grande inserimento, su un assist magico di Maxi. In cabina di regia ci si aspettava qual cosina in più. (dal 60’ Ljajic 7: serviva una “giocata” per sbloccare questa gara ostica e chi meglio del talentuoso serbo per trovare il varco gusto? Gran botta potente e precisa dal limite dell’area e strada spianata al Toro che dilaga. Con un altro bel tiro colpisce il palo, forse avrebbe meritato la doppietta.

Acquah 5,5: anche per lui occasionissima, ma da buona posizione calcia potente e centrale vedendosi respinta la conclusione da Ujkani. Quanti errori però in fase di appoggio: alcuni davvero da brivido.

Martinez 6: il prima a provarci all’alba del match. Buoni spunti, sono le sue partite, adatte alle caratteristiche del venezuelano, lui ci prova con convinzione, ma non riesce ancora a sbloccarsi in zona gol. (dal 73’ Belotti 6,5: Il suo solo entrare in campo mette in apprensione la difesa neroazzurra e che rete di testa, stacco imperioso e prepotente: ormai è un “nome” come i top player).

Maxi Lopez 6,5: la forma sembra tornata, grandissima è la voglia di farsi vedere. Un assist eccezionale per Lukic nel primo tempo e il tanto agognato gol nei supplementari. Gol strameritato per la partita di sostanza odierna. Al suo attivo anche una conclusione che meritava miglior sorte che finire stampata sulla traversa.

Boyè 6: un bel diagonale fuori di poco e non molto di più nei tempi regolamentari, poi si conferma bomber di coppa realizzando il 3 a 0 su assist di Gustafsson.

Alex Bembi