Torino, Mazzarri contro Verdi e i tifosi: e ora l'ex Napoli rischia di star fuori

14.01.2020 10:30 di Emanuele Pastorella   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Torino, Mazzarri contro Verdi e i tifosi: e ora l'ex Napoli rischia di star fuori

Tre vittorie in sette giorni, ma non è bastato a riaccendere l’entusiasmo: anche domenica, nonostante l’1-0 ottenuto contro il Bologna, dagli spalti del Grande Torino sono piovuti più fischi che applausi. E, dopo lo sfogo di Sirigu dopo la coppa, è stato il turno di altre parole accese. “Ha ragione il portiere, se ci meritiamo i fischi è giusto che i tifosi lo facciano: ma noi usciamo sempre stremati dal campo, non è giusto sentire i mugugni al primo pallone sbagliato” ha rincarato la dose Belotti. Alle parole del Gallo, ha aggiunto altro pure Mazzarri, destinatario principale della contestazione: “Sull’argomento si è già espresso Sirigu, dico che è un qualcosa che va al di là del calcio e che abbiamo vinto contro tutto e tutti: abbiamo gli stessi punti di un anno fa, ma questi valgono di più” la difesa dell’allenatore. Ventisette lo scorso anno, 27 oggi, eppure la contestazione nei suoi confronti resta pesante. Fischi alla lettura delle formazioni, decibel ancora più alti alla sostituzione di Verdi: una mossa difensivista per tutto il Grande Torino, che non ha gradito l’inserimento di Laxalt a quasi mezz’ora dalla fine. E poi Mazzarri si porta ancora dietro il fardello dell’uscita su Chiellini, quando etichettò il difensore bianconero come esempio di professionalità da seguire. Il rapporto tra il tecnico e la gente granata resta teso, ora c’è pure la grana Verdi.

Multa ed esclusione - Furiosi i tifosi, furioso il calciatore: gesto offensivo e rientro anticipato negli spogliatoi per l’ex Napoli. La gente lo ha applaudito, Mazzarri lo ha ripreso duramente: “L’ho sostenuto a lungo, ma lui deve avere rispetto dei suoi compagni: probabilmente sarà multato, ora pensi a lavorare e a stare zitto, se non meriterà di giocare starà fuori” il “bastone” del tecnico contro Verdi. Sui social, il fantasista ha provato a metterci una pezza (“Vittoria importante contro un avversario difficile! Orgoglioso del gruppo” ha scritto dopo una delle prestazioni più brillanti), ma non basterà per evitare le conseguenze. Dal club partirà una multa, per Reggio Emilia rischia la panchina: servirà una settimana ai mille all’ora per far cambiare idea a Mazzarri, ad oggi convinto a punirlo con l’esclusione.