Si riparte per la salvezza, ma si riparte da zero. E per il Toro è un bene

02.06.2020 07:00 di M. V.   Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Si riparte per la salvezza, ma si riparte da zero. E per il Toro è un bene

Quando il Torino tornerà in campo il prossimo 20 giugno contro il Parma per il recupero di campionato, lo farà dopo tre mesi e mezzo di stop forzato, molto di più di quanto si aspetterebbe tra la fine di una stagione e l'inizio di un'altra. In poche parole, tra poco meno di tre settimane la squadra di Moreno Longo ritornerà in campo per un nuovo, brevissimo, campionato, con la consapevolezza di dover riprendere da una situazione non semplice ma anche liberata dai problemi di natura psicologica che nel 2020 hanno demolito in gruppo in piena lotta per l'Europa dopo l'exploit di Roma contro i giallorossi. Le difficoltà ci sono, naturalmente, a cominciare da una rosa incredibilmente ed assurdamente striminzita ulteriormente peggiorata dal grave infortunio di Baselli, ma il valore complessivo di questo Torino è superiore a quello di chi si trova invischiato nella lotta per la salvezza, un fattore su cui fare leva per riprendere quota ed allontanare brutti rischi.