Si capirà di più Giampaolo dalle scelte che farà con il Cagliari: oserà oppure no?

12.10.2020 10:30 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Marco Giampaolo
© foto di Federico De Luca
Marco Giampaolo

Inizia la settimana che porterà alla ripresa del campionato dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali. Il Torino deve prepararsi per affrontare domenica il Cagliari dopo che nelle prime due partite con Fiorentina e Atalanta non è riuscito a conquistare neppure un punto e il non aver potuto disputare la gara con il Genoa a causa dei tanti rossoblù risultati positivi al Covid. Domani pomeriggio Giampaolo farà riprendere gli allenamenti, ma non avrà tutti i giocatori a disposizione poiché fino al 13 e 14 più il tempo per rientrare a Torino ben dieci saranno ancora in giro per il mondo con le rispettive Nazionali: domani saranno impegnati in campo, senza che faccia differenza se giocheranno o se si accomoderanno in panchina, Rodriguez e Ferigra e mercoledì Sirigu, Belotti, Vojvoda, Linetty, Rincon, Gojak, Lukic e Ujkani. E in più l’allenatore granata non potrà contare su Baselli alle prese con il recupero dall’operazione al ginocchio destro.

Preparare quindi la partita con il Cagliari non è semplice e in parte condizionerà le scelte di Giampaolo su chi mandare in campo. Per cui è legittimo chiedersi se oserà oppure no. Infatti, Rincon e anche Ferigra arrivando da oltre oceano e saranno tra gli ultimi ad aggregarsi e Gojak si presenterà a lui per la prima volta da quando il 5 ottobre, l’ultimo giorno di calciomercato, è stato preso. Nella scorsa settimana l’allenatore del Torino ha provato Meïté in cabina di regia, Ansaldi da mezzala e  affiancato Zaza e il neo acquisto Bonazzoli in attacco. Le decisioni che dovrà prendere Giampaolo riguardano principalmente chi far giocare come play davanti alla difesa scegliendo uno fra Rincon, Meïté, Lukic e Segre. Chi preferire come trequartista e in questo caso l’opzione è principalmente fra Verdi e Gojak, anche se pare improbabile che la scelta ricada sul bosniaco che dovrebbe scendere in campo da titolare con soli tre allenamenti con i nuovi compagni e oltretutto se dovesse accadere sarebbe una clamorosa bocciatura per Verdi. E, infine, chi affiancare a Belotti in attacco: Zaza oppure Bonazzoli o eventualmente Verdi, Millico o Edera con quest’ultimo che potrebbe rientrare anche nel discorso sul trequartista.

Giampaolo potrà fare scelte decisamente improntate all’osare oppure potrebbe andare più sull’ordinario per poi semmai cambiare in corsa state le cinque sostituzioni a disposizione. Con il fatto che il Torino è alla ricerca dei primi punti in campionato la prudenza consiglierebbe di optare per i calciatori che già si conoscono e sono abituati a giocare insieme, ma Virgilio direbbe; “Audentes fortuna iuvat”, il destino favorisce chi osa.