Q. Euro 2020, Grecia-Italia 0-3. Prova positiva di Sirigu e Belotti

In gol Barella, Insigne e Bonucci.
08.06.2019 22:55 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Salvatore Sirigu
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Salvatore Sirigu

L’Italia in nove minuti fra il 23esimo e il 33esimo ha chiuso la partita. La gara è stata sbloccata dal gol di Barella a conclusione di una bella azione di Belotti. Insigne ha visto allargarsi Belotti e l’ha servito, il “Gallo”in progressione ha affrontato Manolas e gli è andato via poi ha servito al centro Barella, che nel frattempo si era inserito, e il cagliaritano con un tap-in ha battuto Barkas (23’). Il granata in precedenza aveva avuto la possibilità di segnare servito da Insigne, ma non aveva inquadrato lo specchio della porta (21’). La Grecia ha accusato lo svantaggio e l’Italia ha raddoppiato. Progressione di Insigne che ha mandato a vuoto Samaris e poi da posizione defilata l’attaccante del Napoli con un destro a giro sul secondo palo ha segnato (30’). Esultanza con maglietta con omaggio a Biraghi che si era infortunato in allenamento. Grecia in grande difficoltà. Dopo tre minuti gli Azzurri hanno fatto tris. Su sviluppo da calcio d’angolo Emerson ha servito un perfetto assist a Bonucci che ha svettato più in alto di tutti e ha insaccato di testa (33’).

Nella ripresa Anastasiadis ha provato a riassestare la sua squadra inserendo subito Siopis per Kourbelis e Mavrias per Kolovos, ma l’Italia ha continuato a controllare la partita senza particolari problemi. La squadra di Mancini avrebbe potuto anche segnare il quarto gol in sei occasioni. Barella non ha angolato abbastanza e Barkas ha bloccato in due tempi (53’). De Sciglio ha preso il posto di Emerson Palmieri che ha dovuto lasciare il campo forse per un problema allo stomaco (68’). Anche Sirigu dopo Belotti ha avuto la possibilità di mettersi in mostra quando su una conclusine al volo di Fortounis in tuffo con la mano aperta ha mantenuto inviolata la porta dell’Italia (69’). La seconda occasione per il poker l’ha avuta Insigne, ma il portiere greco in uscita ha sventato il pericolo anche perché l’azzurro gli ha tirato il pallone addosso (75’). Su retropassaggio sbagliato da Jorginho Masouras si è impossessato della palla e ha servito Siopis che ha sprecato tirando alto (77’). Il Ct greco ha poi inserito Bakasetas per Samaris (77’). Anche Belotti è andato vicino a segnare il quarto gol per gli azzurri, su cross di Barella per un non nulla il “Gallo” non è arrivato alla deviazione vincente (78’).  Ci ha provato anche Chiesa, ma il suo tiro, servitogli con un cross basso da Belotti, è finito decisamente alto (81’). Mancini ha poi tolto Verratti sostituendolo con Pellegrini (82’) e poco dopo ha sostituito Belotti inserendo Bernardeschi (84’). Nel finale altre due occasioni non sfruttate dall’Italia. Florenzi si è visto togliere dal sette il suo tiro (86’) e poi ancora Insigne su un rimpallo ha provato con il suo solito tiro a giro a sorprendere  Barkas senza riuscirci (88’). Dopo tre partite l’Italia è a punteggio pieno e guida il girone J.

Buona prestazione de granata Sirigu, che si è fatto trovare pronto quando è servito e ha mantenuto inviolata la sua porta, e Belotti, che ha servito l’assist per il Gol di Barella che ha sbloccato la partita ed è andato vicino al gol e ha ripiegato come fa nel Torino dando così una mano in fase difensiva.   

Grecia (3-5-2): Barkas; Siovas, Manolas, Sokratis; Samaris (77’ Bakasetas), Zeca, Kourbelis (46’ Siopis), Fortounis, Stafylidis; Kolovos (46’ Mavrias), Masouras.
A disposizione: Vlachodimos, Paschalakis, Siovas, Bouchalakis, Koulouris, Durmishaj, Mantalos, Pelkas.
Ct: Aggelos Anastasiadis.

Italia (4-3-3): Sirigu; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Emerson Palmieri (68’ De Sciglio); Verratti (82’ Pellegrini), Jorginho, Barella; Chiesa, Belotti (84’ Belotti), Insigne.
A disposizione: Cragno, Mirante, Romagnoli, Mancini, Izzo, Sensi, Zaniolo, Quagliarella. Kean.
Ct: Roberto Mancini.

Arbirto: Anthony Taylor (Inghilterra).

Reti: 23’ Barella (I), 30’ Insigne (I), 33’ Bonucci (I)

Ammoniti: 44’ Verratti, 47’ Masouras.