Per Fabio Borini l'ipotesi più concreta è quella inglese

03.12.2019 10:19 di Claudio Colla   vedi letture
Per Fabio Borini l'ipotesi più concreta è quella inglese
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Brescia, Genoa, Torino: tutte squadre che, rispetto alle aspettative, non se la stanno passando affatto bene. Queste, a cui va ad aggiungersi l'ambizioso Benevento, le attuali pretendenti italiane all'ingaggio di Fabio Borini, in probabile uscita dal Milan a gennaio. Per quanto riguarda il Toro, l'ex-Roma e Liverpool rappresenterebbe un'alternativa offensiva a un Verdi che sembra proprio non trovare la propria dimensione, quanto meno nel ruolo per lui ritagliato da Mazzarri, e a uno Iago Falqué che i ripetuti infortuni stanno rendendo un desaparecido, lontanissimo da quella figura di leader sviluppata nel corso delle sue prime due stagioni in granata. 

L'opzione più plausibile, al momento, appare tuttavia quella di un ritorno di Borini in Premier League. Sarebbe infatti il Crystal Palace l'unico club  disposto ad avvicinarsi a un ingaggio che rispecchi le proporzioni degli attuali 2 milioni e mezzo di euro annui percepiti dall'atleta emiliano, cifra notevole per un giocatore relegato a terza linea della squadra in cui milita. Gli Eagles di Zaha non se la passano nemmeno troppo male, e starebbero valutando un innesto d'esperienza per tentare la corsa a un posto al sole, con vista sulla prossima Europa League. Borini ha d'altra parte mostrato parte del proprio meglio, tra un infortunio e l'altro, proprio in Premier, in particolare con la casacca del Sunderland. E la piazza sudlondinese appare uno scenario quasi ideale per rilanciarsi.