Oggi si spegneva la Farfalla Granata "Gigi" Meroni

15.10.2019 07:00 di M. V.   Vedi letture
Oggi si spegneva la Farfalla Granata "Gigi" Meroni

Sono passati ormai cinquantadue anni, ma il ricordo di Luigi "Gigi" Meroni, ribattezzato in Farfalla Granata, è ancora grandissimo tra gli appassionati di calcio, non solamente vicini al Torino. Acquistato dal Genoa per trecento milioni di Lire, una cifra imponente nel periodo per prelevare il cartellino di una giovane promessa (lui che era cresciuto nel Como), ha disputato tre stagioni meravigliose in maglia granata, perdendo la vita poco dopo l'avvio della quarta per il maledetto incidente del 15 ottobre 1967, in Corso Re Umberto, colpito, involontariamente, dall'auto di un suo fan, quell'Attilio Romero che col tempo diverrà anche il presidente del Torino. Una disgrazia, mentre era in compagnia del suo compagno di squadra e amico Fabrizio Poletti, ferito lievemente. Di Meroni si sono dette tante cose, personaggio certamente particolare per l'epoca, ma riusciva ugualmente ad incarnare perfettamente lo spirito Toro in campo. Ai suoi funerali parteciparono più di ventimila persone e la settimana seguente, nel derby contro la Juventus, il suo grande amico Nestor Combin realizzò una tripletta con la quarta rete messa a segno da Alberto Carelli, che indossava la sua maglia, la numero 7. In ricordo di Meroni, questa mattina, alle ore 10, si terrà una cerimonia davanti al monumento posto nel punto in cui la farfalla granata perse la sua giovane vita.