Nuovo esame per Vanja: fermato Haaland, il serbo ci prova con Kvara e Raspadori

01.10.2022 10:15 di Emanuele Pastorella   vedi letture
Nuovo esame per Vanja: fermato Haaland, il serbo ci prova con Kvara e Raspadori
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Non solo il Torino, ora Vanja Milinkovic-Savic si è preso anche la Serbia. E lo ha fatto fermando l’attaccante che, per molti addetti ai lavori, sarà tra i destinati a raccogliere l’eredità di Lionel Messi e Cristiano Ronaldo, quell’Erling Haaland che in Champions League sta bruciando tutti i record. E’ stato proprio il portiere granata, infatti, uno dei grandi protagonisti del successo contro la Norvegia di martedì scorso, con gli interventi decisivi sull’attaccante del Manchester City che hanno regalato la promozione in Nations League A alla formazione del commissario tecnico Dragan Stojkovic. Parate da applausi, così Milinkovic-Savic è tra i migliori in campo del successo per 2-0 che, tra gli altri, porta la firma anche di Lukic, in campo per 90 minuti, e di Radonjic, subentrato al 72’. Ivan Juric si coccola il suo portiere, il quale si prepara per un altro esame particolarmente complicato.

Nuovi esami
Oggi pomeriggio al Diego Armando Maradona ci sarà la sfida contro il Napoli, l’estremo difensore serbo si troverà di fronte due degli attaccanti più in forma del momento: da una parte Raspadori, in gol con l’Italia di Mancini, e dall’altra Kvaratskhelia, il crack azzurro da quattro reti e due assist nelle prime sette apparizioni in Italia. Due clienti scomodissimi per la retroguardia granata, che comunque attualmente è la sesta migliore di tutta la serie A, e per Milinkovic-Savic, capace di mantenere inviolata la propria porta soltanto nelle due sfide interne contro Lazio e Lecce. E proprio il San Paolo fa riemergere a Vanja ricordi dolci: l’anno scorso, infatti, parò un rigore a Lorenzo Insigne nella sfida del 17 ottobre 2021, anche se i granata persero 1-0. Praticamente dodici mesi dopo il serbo ci riprova, con l’obiettivo di cambiare il risultato finale. Nel frattempo, il portiere ha incassato un nuovo attestato di stima da parte del dt Vagnati: "C’è stato troppo accanimento su di lui l'anno scorso, qualche incertezza per un portiere è fisiologica soprattutto se si è alla prima stagione da titolare, ma noi abbiamo fiducia nelle sue qualità" ha detto l'uomo mercato del club. La palla passa nuovamente al campo.