Maxi Lopez: "Il Torino è la mia occasione e me la voglio giocare alla grande"

23.01.2015 15:28 di Marina Beccuti Twitter:    vedi letture
Maxi Lopez: "Il Torino è la mia occasione e me la voglio giocare alla grande"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Davide Casentini

Oggi nella sala stampa dell'Olimpico è stato presentato l'attaccante Maxi Lopez, primo e al momento unico acquisto granata. Un attaccante di peso che farà la differenza e sicuramente aumenterà il tasso tecnico del reparto avanzato granata. A presentare il giocatore è intervenuto il team manager Giacomo Ferri che ha detto dell'argentino: "Domenica con noi è partito alla grande. E' un grande campione".

Maxi Lopez ha subito ricordato che da tempo è stato inseguito dal Toro e che c'era la curiosità di provare quest'ambiente: "La prima cosa che già all'epoca mi aveva colpito era la grande passione che circonda questa squadra, per di più gemellata con la mia squadra del cuore, dove ho giocato parecchi anni, che è il River Plate.Capisco la responsabilità che ho perchè questo club ha una storia importante. Nel momento in cui ho segnato abbiamo festeggiato tutti insieme, questo vuol dire molto. Il gruppo è a posto, iniziare così è il massimo".

Lopez non pone limiti riguardo a quello che può fare l'attacco, in coppia con qualsiasi altro attaccante: "Con Quagliarella, Amauri, chiunque giocherà l'importante è trovare una grande intesa e segnare. In attacco la responsabilità è nostra, cerco di adattarmi alle idee del mister per entrare presto nel suo modulo. Questa squadra dimostra che se c'è la testa può fare qualsiasi risultato. Bisogna continuare a sommare dei punti, questo è importante".

Proseguendo nella disamina Lopez ha ricordato: "Ho molta esperienza, ho giocato in paesi vari, questa è un'occasione importante per me e me la voglio giocare al massimo anche perchè segnare è il mio compito. Con il presidente ed il direttore c'è sempre stato un buon rapporto, ci siamo incontrati in precedenza qualche volta, quest'anno è arrivata l'occasione per chiudere il discorso. Anche il mister è uno dei pochi allenatori in Italia che sa far giocare al calcio le sue squadre e per come gioca il Toro credo di poter fare bene".

Non dimentichiamoci inoltre che c'è anche da onorare la Europe League: "Tornare a giocare le coppe europee è un prestigio, è una bella sfida per tutti, per noi e per i tifosi".

Lopez ha poi voluto ricordare, per evitare equivoci: "Non sono sui social network, sono sociale e simpatico (ride, ndr), ma preferisco parlare attraverso i media, per cui non sono io ma dei fake".

L'attaccante argentino ha anche spiegato Il gesto della gallina: "E' il simbolo del River Plate, per questo faccio questo gesto, che oltretutto piace anche tanto ai miei bambini".

Lopez è gasato al punto giusto e lo denota anche con la sua serenità: "Qui spero di fare molto bene. Sto lavorando per trovare la continuità giusta. Mi piace il numero 11, è una bella responsabilità. Qui mi sono sentito subito a casa anche per la storia di questa squadra che è molto conosciuta in Argentina".

Infine una nota sulla sua famiglia: "Il cognome di mio padre è spagnolo, ma da parte di madre sono di origine italiana".