Lyanco recuperato e Bonifazi in crescita. Toro, la difesa torna blindata?

09.09.2019 18:00 di Marcello Ferron   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Lyanco recuperato e Bonifazi in crescita. Toro, la difesa torna blindata?

E' stato un avvio di stagione certamente movimentato per il Torino; non solo per via degli impegni nei preliminari e nei playoff di Europa League, ma anche e soprattutto a causa del problema sorto con Nicolas N'Koulou. Lo scoppio del caso N'Koulou e i problemi fisici di Lyanco, oltre a un Djidji ancora in fase di recupero dall'infortunio subito nella scorsa stagione, avevano creato una situazione di emergenza proprio nel reparto in cui i granata si sentivano più coperti, ovvero quello difensivo, con Walter Mazzarri che si era ritrovato con soli 3 centrali pienamente disponibili, ovvero Izzo, Bremer e Bonifazi. Ma dalle difficoltà possono nascere anche delle opportunità, e Bonifazi è riuscito a sfruttare a pieno le chances a lui concesse. Dopo aver disputato buone prestazioni nei preliminari di Europa League, contro avversari di caratura però piuttosto modesta, il difensore romano ha giocato una grande partita a Bergamo, in una sfida delicatissima per i granata, reduci dall'eliminazione europea per mano del Wolverhampton. Bonifazi ha disputato una grandissima prova, non solo difensivamente, ma anche in attacco, trovando il gol, risultando decisivo per la vittoria del Toro e dimostrando di poter essere un difensore su cui poter fare sicuro affidamento.

Ora le cose sembra stiano tornando a posto nel reparto difensivo granata, Lyanco è pronto al rientro e determinato a dimostrare di meritarsi la grande fiducia riposta in lui dalla dirigenza e lo staff tecnico, che lo hanno riportato sotto la Mole dopo una grandissima seconda parte di stagione lo scorso anno a Bologna. Con il rientro del brasiliano, il recupero di Djidji e l'affidabilità dimostrata da Bonifazi e da Bremer il Torino può tornare a sentirsi coperto in difesa, e può permettersi di gestire con più calma e serenità la questione N'Koulou. Se il difensore camerunese rientrerà con il giusto piglio e saprà farsi perdonare da compagni, società e staff tecnico, allora il Toro potrà contare su un parco di centrali che poche squadre possono vantare.