Live – La conferenza stampa di Mazzarri "Con il Frosinone si deve fare meglio che con il Chievo"

08.03.2019 17:55 di Elena Rossin  articolo letto 2200 volte
Fonte: Elena Rossin
Walter Mazzarri
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Walter Mazzarri

Continuare il filotto di sei risultati utili positivi e mantenere l’inviolabilità della porta con lo scopo di raggiungere il traguardo dell’Europa League e battere l’agguerrita concorrenza. Sono questi gli intenti del Torino per la trasferta in Ciociaria. Tra pochi minuti il tecnico Walter Mazzarri presenterà in conferenza stampa la partita di domenica alle 15 con il Frosinone.

L'AVVERSARIO “Prima del Chievo avevamo parlato delle difficoltà e si rischia di dire sempre le stesse cose perché i clivensi dal cambio di allenatore hanno cambiato marcia e lo stesso sarà con il Frosinone. Lo stadio è molto caldo e ci sarà il fattore ambientale. Dovremmo essere al top".

SULLA ROSA CORTA “Per migliorare serve prendere rinforzi, ma se non è possibile migliorare gli undici  si resta così  e si manda a giocare chi ha meno spazio, come abbiamo fatto”.  

QUALI INSIDIE "Ho avuto Maiello e Ciano e anche all'andata ci avevano messo in difficoltà e abbiamo rischiato di pareggiare. IL Frosinone è una squadra che ha dei valori. Dobbiamo essere al top, essere solidi e lucidi".

LA SETTIMANA "Non voglio cali di tensione, con il Chievo non mi è piaciuta la partita e abbiamo lavorato per fare una prestazione migliore e portare a casa i tre punti. Domani ci sarà l'ultimo allenamento e deciderò la formazione".

SU ZAZA "I giocatori hanno capito che si gioca in quattordici ed è importante anche chi entra. Sta bene e poi vederete chi giocherà".

LUKIC E AINA "Lukic si sta sottoponendo a ecografia e Aina oggi si è allenato parzialmente con noi. Domani valuteremo".

LA CLASSIFICA "Dobbiamo pensare solo alla partita e a giocare per vincere poi alla fine si vedrà. Non va guardata la classifica, ma si deve essere ambiziosi".

SU SINGO "Ho buone sensazioni ed è il caso di farlo giocare in Primavera. In prima squadra è tornato Djidji e siamo a posto".

SUI RECORD "Faccio gli scongiuri e faccio in modo che non se ne parli. In allenamento bisogna fare il massimo, stare attenti alla vita privata e all'alimentazione e poi in partita si vede. Vedo che i giocatori mi seguono ci si allena al massimo e si spera di essere ripagati in partita".

SU RINCON "Per quello che sta facendo è un leader così come Moretti e Sirigu. Ci sono stati miglioramenti da parte di tanti".

SU FALQUE "Sta bene, vediamo comunque domani".

SU BELOTTI E ZAZA "Non contano tanto i colpi dei singoli, ma la squadra. Il colpo del singolo o dei singoli vanno visti nel contesto di squadra".

SULLA FORMZIONE "Zaza ha già giocato delle partite dall'inizio, è migliorato e se dimostra di fare bene gioca, come per tutti gli altri".

CHI PUO' MIGLIORARE "La squadra, non c'è uno in particolare. Tutti possono contribuire e lo si è visto".

La conferenza è terminata.