Lerda: "Domani il pubblico ci deve trascinare"

17.12.2010 16:22 di Marina Beccuti   vedi letture
Fonte: Torino Fc
Lerda: "Domani il pubblico ci deve trascinare"
TUTTOmercatoWEB.com

Lerda ha incontrato i media dopo l'allenamento di rifinitura di venerdì mattina in una Torino fredda ma non nevosa come nel resto d'Italia. Il mister è contento di come sta in salute la squadra: "Dal punto di vista fisico stiamo bene, anche se abbiamo avuto due giorni in meno per preparare la sfida contro l'Empoli. Abbiamo recuperato anche Garofalo, che dunque è stato convocato; ora vedremo se partirà titolare o se troverà spazio a partita in corso. Ho ancora alcuni dubbi di formazione: ci dormirò sopra questa notte e poi prenderò le decisioni del caso".

Riguardo agli avversari il mister ha sottolineato tutte le insidie che comporta questa sfida: "Loro arrivano da quattro sconfitte consecutive, ma sono un'ottima squadra. Sarà una partita molto importante, avremo bisogno del massimo sostegno da parte dei nostri tifosi, perchè sarà fondamentale fare bene. L'Empoli è una squadra ostica, nonostante abbiano qualche problema tra infortuni e squalifiche. Loro giocheranno a mille, noi dovremo essere bravi a giocare a mille più uno. L'Empoli è una squadra che ha molti giovani, alcuni già pronti per grandi palcoscenici, quindi non va assolutamente sottovalutato. Sarà necessario non sbagliare l'approcio, evitanto errori sia in fase difensiva che in fase di possesso".

Lerda rimane affamato nel continuare a non perdere punti per strada: "Al di là dei record, come quello degli otto risultati utili consecutivi, raggiunti e superabili, e delle parole spese in settimana, la vittoria deve essere il nostro unico obiettivo".

Il suo motto è uno solo: "La classifica in questa fase di campionato non va guardata con assillo: pensiamo a fare il nostro e a vincere, senza guardare in casa degli altri. Decisive saranno le ultime partite di questo lunghissimo torneo di serie B. Essere settimi o sesti domani sera non ci cambia nulla".

Il tecnico granata fa un piccolo passo indietro ritornando a lunedì sera: "Nella prima parte della gara contro la Triestina non siamo riusciti a giocare e trovare spazio anche per la loro bravura nel chiudersi e bloccare le nostre iniziative. L'approccio è stato positivo, ma spesso intervengono anche altri fattori che possono portare a giocare non come uno vorrebbe".

Infine l'appello alla gente granata: "Parlavo prima del pubblico: sarà determinante domani, ancor più del solito. E' un tifo che ti può trascinare come nessun altro in Italia. Abbiamo dimostrato che stiamo facendo progressi e vogliamo continuare a migliorare, per questo mi piacerebbe avere una degna cornice di pubblico che ci spinga nel corso dei 90 minuti permettendoci di agguantare un risultato importante".