Le pagelle di Udinese-Torino: disastro Vanja. Mandragora ingenuo. Buongiorno dottor Jekyll e mister Hyde. Sanabria evanescente. Non male l’esordio di Pellegri

06.02.2022 21:32 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Vanja Milinkovic-Savic
TUTTOmercatoWEB.com
Vanja Milinkovic-Savic
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Milinkovic-Savic: 4 Colpevole sul primo gol, in ritardo sulla punizione calciata sul suo palo, e ha provocato il rigore avendo atterrato in area Pussetto. Da dopo il Covid non è più lui: sembra che i progressi che aveva fatto in precedenza siano svaniti. Beto ha provato a servire Success, ma la palla era lunga e lui è stato attento uscendo con tempestività (7’). Arslan ha crossato per Beto che in mezzo all’area ha staccato sfiorando solo la palla e poi la sua difesa ha allontanato (12’). Il destro a incrociare di Beto, servito da Udogie, è finito abbondantemente oltre il palo (17’). Arslan  ha tentato di sorprenderlo dalla distanza, ma la palla non è scesa abbastanza (21’). Azione personale di Beto, in contropiede, che da una ventina di metri con il destro ha tentato il tiro, ma la palla é finita molto oltre il palo (38’). Su sviluppo da calcio d’angolo, Arslan ha calciato verso il primo palo, ma la sua difesa ha respinto (41’). Makengo si è Inserito per vie centrali e poi ha aperto per Soppy che dal limite dell'area è stato costretto a defilarsi e il tiro, forte, è finito sull’esterno della rete (41’). Imbucata di Success per Arslan che ha stoppato male ottenendo  solo un calcio d’angolo (42’). Beto ha combinato in area con Success, ma quest’ultimo ha mancato il momento ottimale per tirare e il suo destro così è stato respinto in scivolata da Rodriguez che gli ha evitato un pericolo (44’). Su calcio di punizione, Beto non è riuscito a fare sponda per Success (45’). Lanciato da Success Beto a superato Rodriguez e si è presentato a tu per tu con lui però non lo ha sorpreso con il piatto destro, bravo a restate in piedi fino all’ultimo (48’). La difesa ha respinto il cross di Arslan poi Beto non è riuscito a stoppare bene la palla permettendo al Torino di ripartire(57’). Il debole colpo di testa di Soppy, su cross di Arslan, indirizzato sul secondo palo ha però mandato la palla fra le sue braccia (59’). Ancora dialogo fra Success e Beto e altro a tu-per-tu del portoghese con lui, ma è di nuovo in fuorigioco (60’). Ha ipnotizzato Beto , che comunque era un’altra volta in (60’). Con i pugni ha respinto il tiro centrale di Molina (88’). Udogie scappa a Singo e scarica su Molina che dalla distanza col destro tenta la conclusione che deviata finisce in angolo (89’). Su calcio d’angolo, è  esce in presa alta e ha fatto sua la palla (89’). La punizione di  Molina lo ha sorpreso sul suo palo: è partito in ritardo così l'Udinese è passata in vantaggio (90’+3’). Dopo un errato rinvio cercando di rimediare ha steso Pussetto in area causando il rigore (90’+6’). Dagli undici metri di piatto destro Pussetto ha messo la palla sotto la traversa (90’+7’).

Zima: 5,5 Ha duellato molto con ogni avversario di turno non avendo però sempre la meglio e dopo l’uscita di Buongiorno è stato piazzato al centro della difesa. Non ha controllato il passaggio di Buongiorno e ha regalato la rimessa laterale all'Udinese (8’). Ha anticipato Makengo nell’uno-due con Beto (10’). Beto sullo scatto l’ha bruciato (17’).

Buongiorno: 6 Sta studiando per fare bene anche il centrale e i risultati si vedono. Forse ha cercato l’ammonizione per scontare la squalifica con il Venezia ed esserci con la Juventus, ma l’arbitro non ha estratto il cartellino: farina del suo sacco o suggerimento di qualcuno? Dottor Jekyll e Mister Hyde: per questo dualismo mezzo punto in meno, peccato aveva fatto veramente bene da vice Bremer. A sua parziale discolpa non era al meglio della condizione. Ha letto bene la situazione anticipando Beto sul cross in mezzo di Soppy (10’). Beto gli è andato via (18’). Success ha servito dall’altra parte Udogie che ha subito crossato e lui ha sfiorato la palla ha impedito a Beto di intervenire (19’). A centro area ha staccato di testa, ma non ha trovato la porta di Silvestri con la palla che è andata sopra la traversa (29’). Beto ha provato ad entrare in area, ma lui con ottimo tempismo ha chiuso (32’). Ha colpito male sul cross di Arslan concedendo all’Udinese l’angolo (46’). Su calcio di punizione agli avversari non riesce bene lo schema e poi Becao non riesce a saltarlo (50’). Ci è rimasto male per la sostituzione e quando si è accomodato in panchina ha avuto un piccolo gesto di stizza, ma è un ragazzo intelligente e rispettoso quindi non lo rifarà più (51’). (Dal ‘52 Pobega: 6 Ha dato un po’ di grinta al centrocampo. Dopo un calcio di punizione mal battuto dagli avversari ha liberato Singo (63’). Ha contrastato Soppy andato in area all'uno-due con Success (66’). Ha servito Pellegri tra le linee (90’)).

Rodriguez: 5,5 Non sempre preciso. Soppy ha provato l'ingresso in area, ma lui lo ha chiuso in calcio d'angolo (40’). Beto ha combinato in area con Success, ma quest’ultimo ha mancato il momento ottimale per tirare così lui in scivolata ha respinto (44’).

Singo: 5,5 Ha spinto troppo poco, in calo nella ripresa. Ha messo in mezzo e la palla è arrivata a Vojvoda (1’). Ha tentato di servire Sanabria che era in fuorigioco (25’). Su contropiede di Brekalo e velo di Sanabria, è stato liberato da Pobega e ha calciato al volo e Silvestri ha mandato in angolo (63’). Ha crossato fuori misura e Silvestri in presa alta ha fatto sua la palla (85’). Udogie gli ha rubato palla (86’).

Lukic: 6 Ha dovuto lottare e non agire di fioretto. Ha crossato rasoterra per Brekalo, ma Arslan ha anticipato il compagno al limite dell’area (80’).

Mandragora: 5 Non era in giornata e si è anche fatto ingenuamente espellere per doppia ammonizione. Ha cercato di servire Sanabria, ma la palla è finita sul fondo (4’). Ha anticipato Success interrompendo il triangolo con Beto (9’). Ha conquistato una rimessa laterale (30’). E’ entrato in modo scomposto su Jajalo prendendo così la seconda ammonizione e venendo di conseguenza espulso (90’+2’).

Vojvoda: 6 Attento in fase difensiva e ha provato più di Singo a spingere. Subito un tiro-cross insidioso che è stato, non senza qualche difficoltà, allontanato dalla difesa friulana (1’).  Soppy lo ha anticipato (14’). Ha chiuso su Beto, servito male da Success (54’). Su calcio di punizione, mal battuto dagli avversari, ha fatto ripartire i suoi in collaborazione con Brekalo (63’). Sul cross di Praet ha calciato a lato da buona posizione (75’). Ha tenato l’incursione in area, ma Soppy lo ha fermato (78’). Ha mandato in angolo il tiro a rientrare di Molina (86’).

Praet: 5,5 Il più propositivo in attacco, ma da lui ci si aspetta di più. Ha attaccato la profondità e poi con un rasoterra ha cercato di servire Sanabria che è stato anticipato da Becao (27’). Ha calciato male la punizione e l'Udinese è ripartita (34’). Ha crossato sul secondo palo per  Vojvoda (75’). Zeegelaar lo ha chiuso (78’).

Brekalo: 5 Di fatto non è entrato in partita, gli avversari non hanno faticato a impedirgli di rendersi pericoloso. Su punizione dai 25 metri, solito schema a liberarlo e lui di piatto destro si è visto respingere il tiro da Silvestri, ma comunque era in fuorigioco (37’). In contropiede ha messo in mezzo con un rasoterra dove Sanabria ha fatto velo e Pobega ha liberato Singo che ha calciato al volo (63’). Su cross rasoterra di Lukic, Arslan lo ha anticipato al limite dell’ area (80’). Jajalo ha perso palla a centrocampo permettendogli di ripartire, ma non ha trova lo spazio per tirare (84’).

Sanabria: 5 Evanescente. Ha attaccato poco la profondità, quasi mai ha agito alle spalle di Marì. La palla di Mandragora non era ben calibrata e lui non è potuto arrivarci (4’). Era in fuorigioco sul tentativo di servirlo di Singo (25’). Becao anticipandolo ha mandato la palla in tribuna (27’). Su Cross di Brekalo, ha fatto velo e poi Pobega ha servito Singo (63’). (Dal ‘71 Pellegri: 6 Al suo esordio in granata, il fatto di conoscere bene Juric lo ha aiutato a capire cosa deve fare in campo. In velocità ha avuto la meglio su Marì e ha così lavorato un bel pallone che ha di tacco recapitato poi a Praet (75’). Pobega lo ha servito fra le linee, ma il suo controllo non è stato impeccabile e ha commesso fallo su Becao (90’)). 

Matteo Paro: 5,5 L’obiettivo, anche di Juric squalificato, era dare continuità alla precedente vittoria in trasferta ottenuta con la Sampdoria, ma così non è stato, anzi fatti passi indietro sotto tutti i punti di vista a iniziare dalla poca determinazione a giocate efficaci e aggressive. Con Bremer pure lui squalificato è toccato a Buongiorno, seppur non al meglio della condizione, sostituirlo così come Zima è stato preferito a Djijdji in panchina a causa delle noie dovute a un principio di pubalgia, quindi difesa in buona parte rivoluzionata. A completare il terzetto Rodriguez. A centrocampo ha confermato la coppia Lukic-Mandragora e ancora panchina per Pobega. Sulle fasce gli ormai collaudati Singo e Vojvoda. Con Pjaca anche lui non in perfetta forma, sulla trequarti Praet e Brekalo a supportare la punta Sanabria, reduce dagli impegni con la sua Nazionale, ma con Belotti e Zaza out gli straordinari sono per lui obbligati.
Il Torino fin dall'inizio non è stato quello solito. E’ mancata la determinazione ad essere propositivi: troppi retropassaggi e gioco in orizzontale votato più a distruggere quello degli avversari che a fare il proprio, pecca avuta anche dai friulani. Tante pure le imprecisioni negli ultimi passaggi e nei tiri in porta. La partita comunque è rimasta aperta fino al recupero perché anche l’Udinese, seppur si sia resa più volte pericolosa, non era riuscita a segnare. Poi l’espulsione di Mandragora e gli errori di Milinkovic-Savic hanno fatto in negativo la differenza. Un punto gettato alle ortiche e proseguono le difficoltà in trasferta.

UDINESE: Silvestri: 6; Becao: 7; Marì: 7; Zeegelaar: 6; Soppy: 6 (dall’ 81’ Molina: 7); Arslan: 6,5 (dall’ 81’ Walace: n.g.); Jajalo: 6; Makengo: 6,5; Udogie: 6; Success: 6,5 (dal ‘70 Pussetto: 6,5); Beto: 6.
Gabriele Cioffi: 6,5.

Arbitro Antonio Rapuano: 6 Ha tutto sommato tenuto in pugno una partita, che soprattutto nel secondo tempo, è stata caratterizzata dal nervosismo dei giocatori delle due squadre. Ha atteso che l’azione si sviluppasse, ma non ha avuto dubbi, non ce ne potevano essere, nel dare il rigore in favore dell’Udinese. Ha ammonito Lukic (19’) e Jajalo per un fallo da dietro ai danni di Lukic (36’). Soppy caduto in area avversaria ha chiesto il calcio di rigore, ma lui ha lasciato correre (56’). Ha mostrato il giallo a Mandragora (65’); a Soppy per simulazione con gli animi che si sono accesi in campo dopo la caduta del giocatore e il non intervento del Var (66’); a Singo per proteste (67’); ad Arslan anche lui per qualche parola di troppo detta (68’); a Praet per un’entrata in ritardo su Arslan (72’). Ha espulso Madragora per doppia ammonizione dopo un’entrata scomposta su Jajalo (90’+2’). In occasione del fallo in area di Milinkovic-Savic su Pussetto ha prima lasciato proseguire l’azione e quando Walace non è riuscito a segnare ha decretato il rigore per l’Udinese (90’+ 6’).