Le pagelle di Torino-Verona: Bremer fa conquistare un punto al Torino. Linetty, Gojak e Singo un po’ opachi e Belotti è stanco

06.01.2021 17:47 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Dall'inviata allo Grande Torino ElenaSrossin
Gleison Bremer
TUTTOmercatoWEB.com
Gleison Bremer
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Sirigu: 6 Non è chiamata a particolari parate  e sull’eurogol di Dimarco non ha colpe. La palla messa in mezzo da faraoni e deviata da un suo compagno che era rimbalzata sulla caviglia di Barak non gli ha creato problemi poiché è finita fuori (9’). Ha parato il destro di Kalinic (18’). Nessun pericolo per lui dal colpo di testa di Faraoni, sulla rimessa in mezzo di Veloso dopo il calcio d’angolo, che non ha inquadrato lo specchio della sua porta (22’). Stessa sorte ha avuto il tiro di Ceccherini (28’). E’ stato freddato da Dimarco che, servito alla perfezione da Zaccagni, in corsa di mancino al volo di ha infilato il pallone all’incrocio del secondo palo portando in vantaggio il Verona (57’).

Izzo: 6,5 Non ha commesso errori in difesa e ha provato si nuovo a segnare: un giocatore ritovato. Ha allontanato il pallone anticipando Zaccagni su palla in mezzo di Barak (39’). Il suo colpo di testa, su corner di Gojak, è rimbalzato su Dimarco e poi quando la sfera gli è ritornata l’ha calciata fuori (52’). Ha contenuto Kalinic e guadagnato una punizione (54’). Interessante l’imbeccata per Belotti che però era patito in fuorigioco (58’).

Lyanco: 6,5 Attento e preciso nei tanti anticipi. Ha recuperato palla ed è avanzato, ma il suo cross in mezzo è stato indirizzato dove c’erano solo giocatori del Verona seppur non ci fossero che due compagni in area (36’). Ha murato al limite dell’area il tiro di destro di Zaccagni (42’). Di testa ha allontanato la punizione battuta, da poco oltre il vertice sinistro dell’area, da Dimarco (44’). Efficace la chiusura in angolo su Kalinic, servito in area da Faraoni (48’). Ha poi spazzato sul tiro in mezzo di Zaccagni che aveva sfondato da sinistra (65’). Ha spazzato la palla messa in mezzo da Dimarco anticipando ogni avversario (75’). Ha anticipato in corner Barak sulla palla messa in mezzo da Di Carmine servito in verticale da Ilic (78’).

Bremer: 6,5 In fase difensiva ha fatto il suo e poi ha regalato un punto al Torino. Ha saputo approfittare della respinta sbagliata di Faraoni e di sinistro ha insaccato permettendo al Torino di pareggiare (84’).  

Singo: 5,5 Meno brillante che in altre occasioni, ha spinto poco. Buono lo spunto personale, peccato che sia stato murato (22’). Dimarco gli ha rubato palla (75’). Dimarco lo ha anticipato mandando in angolo sul secondo palo sulla palla di Rincon (84’). (Dall’ 89’ Vojvoda: n.g.).   

Lukic: 6,5 Partendo dalla sua posizione di mezzala ha aveva il compito si supportare Belotti e Gojak e lo ha fatto. E’ avanzato fino al limite dell’area servendo Murru (2’). Buono il passaggio a Belotti (7’). Ha eluso Ilic e servito Belotti in area (35’). La sua conclusione è stata deviata da Ilic (51’). Ha calciato di sinistro al volo, su cross di Linetty, sfiorando il palo alla destra di Silvestri (66’). (Dal ‘78 Bonazzoli: n.g.).

Rincon: 6 Come al soluto ha messo i polmoni al servizio del Torino. Ha tentato la conclusione dal limite dell’area di destro, ma è stata ribattuta prima di finire a Silvestri (42’). Ha nuovamente provato il tiro da fuori, ma la palla seppur di poco è finita fuori (69’).

Linetty: 5,5 Troppo poco incisivo. Ha tentato il colpo si testa, su rimessa laterale di Murru, ma Silvestri ha intercettato senza problemi (4’). Interessante il cross per Lukic (66’). (Dal ‘70 Segre: 6 Ha svolto il compito senza infania e senza lode).

Murru: 5,5 Si è dato da fare, ma se qualche pallone lo ha intercettato in fase d’attacco è stato più fumo che arrosto. Ha crossato conquistando un calcio d’angolo (2’). Da in mezzo all’area ha tirato però la palla è finita in faccia a Dawidowicz (3’). Di testa ha mandato in angolo anticipando Faraoni su palla messa in mezzo da Dimarco (22’). E’ andato in pressione su Faraoni ottenendo che si facesse rimbalzare addosso il pallone che poi è finito fuori (45’+3’). Ha spazzato via di testa il pallone messo in mezzo per Barak da Dimarco servito da Ilic (61’). E poi ancora è andato in anticipo su Faraoni servito in area da Barak che aveva ricevuto da Zaccagni (62’). (Dal ‘78 Ansaldi: n.g. Dopo essere avanzato fino al limite dell’area ha tirato centrando però le parti intime di Lovato intervenuto per deviare (90’+1’)).

Gojak: 5,5 Aveva l’incombenza di adire a supporto di Belotti quasi affiancandolo, anche se è un mezzala me si è visto che non è il suo ruolo seppur ci abbia messo impegno. Faraoni lo ha anticipato in area (7’). E’ avanzato, ma ha servito non abbastanza precisamente Belotti (15’). Ha messo in mezzo una palla svitagli da Belotti, ma nessun compagno è stato pronto ad arrivare e tirare (50’). Ha calciato bene in mezzo l’angolo (52’). (Dal ‘70 Verdi: 6,5 Ha fatto decisamente meglio che in altre occasioni. Ha calciato dalla bandierina direttamente in porta, ma Silvestri ha allontanato con i pungi (76’). Suo il calcio d’angolo in occasione del gol di Bremer (84’).  La punizione con la quale ha provato a servire Bremer è finita fuori (88’). Buona la triangolazione con Belotti (90’+3’). E’ stato deviato il suo cross in mezzo (90’+4’)).

Belotti: 6 Seppur sia apparso un po’ stanco ha cercato di trascinare il Toro, ma gli serve una spalla all’altezza. Dal limite dell’area ha tirato, su passaggio di Lukic, ma la retroguardia del Verona ha fatto muro (7’). E’ stato impreciso nel controllo palla (16’). Si è liberato di Dawidowicz e di sinistro ha provato la conclusione senza impensierire Silvestri (17’). Si è visto per due volte consecutive murare da Günter i tiri da dentro l’area (35’). La palla che ha spizzato di testa, su cross in mezzo di Rincon, è finita sul fondo (36’). Bella la palla servita a Gojak (50’). Impreciso il suggerimento per Murru con la palla che è terminata fuori (57’). Era in partito in fuorigioco sull’imbeccata di Izzo (58’). Il muro del Verona ha respinto la sua conclusine (70’). A seguito di una triangolazione con Verdi a contatto con Magnani è caduto (90’+3’).

Marco Giampaolo: 6 Dopo la vittoria con il Parma avvenuta per di più senza subire gol oggi con il Verona serviva dare continuità di risultati e provare a vincere la prima partita in casa, ma alla fine è arrivato solo un pareggio che comunque porta a quattro la striscia dei risultati positivi. Non ha convocato Zaza ed Edera per scelta tecnica, visto che non sono infortunati seppur così abbia solo tre attaccanti di ruolo ossia Belotti, Bonazzoli e Verdi per affrontare una squadra che prima del match aveva 12 punti in più (uno più del doppio di quelli del Torino) e che lui aveva assoluto bisogno di vincere per allontanarsi dal penultimo posto assumendosi quindi il rischio di non avere neppure numericamente abbastanza alternative, a prescindere dalla resa fin qui avuta da Zaza ed Edera, dal mercato e da quant’altro. Ha optato per Murru terzino sinistro con Rodriguez in panchina e avendo lasciato inizialmente anche Verdi in panchina ha affiancato a Belotti  Gojak, che però non è un attaccante e lo si è visto, e messo Lukic nel suo ruolo di mezzala. Per il resto, tenuto conto anche che martedì ci sarà la partita di Coppa Italia con il Milan, che dà l’accesso ai quarti, e che sabato di nuovo affronterà i rossoneri in campionato, ha rimandato in campo gli stessi che avevano vinto domenica. Dopo un iniziale pressing il Verona ha preso le misure ai suoi che hanno un po’ arretrato il baricentro e si sono affidati a folate offensive e per sua fortuna il Verona non ha avuto il coltello tra i denti nel cercare i tre punti e Bremer ha sfruttato l’errore di Faraoni e pareggiato.  Deve imporsi e ottenere rinforzi dal mercato subito.  

VERONA: Silvestri: 6; Ceccherini: 6,5; Günter: 6; Dawidowicz: 6 (dal ‘46 Lovato: 6); Faraoni: 5; Veloso: 6 (dal ‘25 Ilic: 6); Tameze: 6 (dall’ ’82 Magnani: n.g.); Dimarco: 7; Barak: 6,5; Zaccagni: 7 (dall’ ’82 Ruegg: n.g.); Kalinic: 5,5 (dal ‘56 Di Carmine: 5,5).
Ivan Juric: 6.

Arbitro Marco Di Bello: 5 Discutibili parecchie sue decisioni. Juric ha protestato con veemenza per il contrasto aereo tra Belotti e Dawidowicz con il suo giocatore che è rimasto a terra, ma lo scontro era involontario e quindi non è stato sanzionato (1’). Non ha ritenuto d’intervenire sul contrasto in area fra Singo e Zaccagni con quest’ultimo che è caduto (9’). E anche in occasione del duello tra Dimarco e Izzo ha lasciato correre pur redarguendo il gialloblù che si era lasciato cadere con troppa facilità (14’). Ha ammonito Faraoni per un intervento in ritardo su Murru (30’). Ha ammonito Belotti protestava per aver ricevuto una botta alla schiena da Günter che cercava di impedirgli di avanzare (45’+4’). Corretti anche i gialli a Ceccherini per il fallo su Lukic (61’) e a Barak per aver fermato così Lyanco, Lukic  dopo un coast to coast (80’). Ha ritenuto di non intervenire sul contatto tra Magnani e Belotti con il “Gallo” che è finito a terra (90’+3’).