Le pagelle di Torino-Roma: Rodriguez e Zima non bene. Pobega è stato il migliore. Belotti al solito generoso

20.05.2022 23:07 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Dall'inviata al Grande Torino Olimpico Elena Rossin
Andrea Belotti
TUTTOmercatoWEB.com
Andrea Belotti
© foto di www.imagephotoagency.it

Berisha: 5,5 Incassare tre gol non è piacevole, ma due sono stati su calci di rigore ben battuti, poteva fare meglio, ma la sua prestazione non è stata un disastro. Il destro da fuori area di Pellegrini non lo ha impensierito perché è finto alto (14’). Il traversone di Zalewski è arrivato dalle sue parti e in uscita in presa alta ha fatto suo il pallone (15’). Su sviluppo da calcio d'angolo Kumbulla si è catapultato sul primo palo e di testa in girata lo ha costretto a intervenire: un gran bel riflesso ha avuto Etrit (19’). Abraham da considerevole distanza ha fatto partire il destro e la palla è finita poco sopra la sua traversa (27’). Pellegrini ha visto il taglio in area di Abraham e lo ha servito, Zima è scivolato e l’inglese lo ha scartato e ha insaccato (33’). Il tiro di controbalzo da fuori area di Oliveira non ha inquadrato la sua porta (40). Il retropassaggio errato di Rodriguez ha permesso ad Abraham di anticiparlo e lui ha finito per farli fallo che l’arbitro ha punito con il rigore (41’). Dal dischetto Abraham  ha calciato forte e centrale lui stava buttando a destra ed è riuscito solo a sfiorare la palla senza impedire che entrasse nella sua porta (43’). Spinazzola ha servito Pellegrini che ha tirato, ma a darli una mano è stato Shomurodov che ha respinto (53’). Veretout, dopo aver intercettato un passaggio di Lukic, lo ha costretto alla parata (61’). Ha intuito i tiro di Pellegrini dal dischetto del rigore, ma non è arrivato a impedire che la palla s’insaccasse (78’).  Ha impedito che la conclusione di El Shaarawy portasse il passivo a quattro (85’). Vina ha tirato troppo alto per impensierirlo (90’+1’).

Lukic: 5,5 Nella posizione inedita di braccino destro con licenza di avanzare in fase offensiva non ha sfigurato, anche se ha un po’ partito Abraham.  Ha chiuso l’apertura di Abraham, con cross teso, per Zalewski (7’).

Zima: 5 Peccato per lo scivolone, che condiziona il giudizio sulla sua prestazione. E’ scivolato in area e così Abraham lo ha scartato e ha segnato (31’). Ha anticipato Abraham ed è avanzato guadagnando un angolo (55’). Ha chiuso sul colpo di tacco di Pellegrini per Ibanez (64’).

Rodriguez: 4,5 L’errore sul retropassaggio  Berisha, troppo corto, non è scusabile per uno come lui che ha esperienza. Ha sbagliato il retropassaggio per Berisha e così Abraham ha anticipato il portiere che ha finito per commettere fallo punito dal direttore di gara con il rigore (41’). (Dal ‘46 Buongiorno: 5,5 Poteva fare meglio su Zaniolo. Ha trattenuto in area Zaniolo e l’arbitro ha decretato il rigore (78’)).

Ansaldi: 5,5 Zalewski gli ha dato filo da torcere. (Dal ‘46 Seck: 5,5 Era partito bene, ma poi si è visto poco. Non è riuscito a saltare Veretout e ha finito per fargli fallo (49’)).

Aina: 5,5 Spinazzola ha avuto ben più verve di lui. Ha scaricato su Praet (28’).

Ricci: 5,5 Qualche buono spunto, ma deve ancora crescere per dare equilibrio al centrocampo. Palla al piede ha saltato tre avversari e ha servito Belotti (5’). Ha chiuso lo spazio a Pellegrini che era entrato in area (72’). (Dall’ 85’ Madragora: n.g. Ha chiuso su Zaniolo (88’). La sua punizione è finita sulla barriera (90’)).

Pobega: 6 Il migliore in campo per visione di gioco e impegno. Ha verticalizzato per Belotti (31’). Si è spostato la palla sul sinistro è ha tirato da una trentina di metri senza impensierire Rui Patricio (37’). E’ avanzato ed entrato in area ha tirato, ma il portiere giallorosso si è tuffato allontanando ogni pericolo (51’).

Praet: 5,5 L’impegno non è mancato, ma gli input non sono sempre stati all’altezza. Ha saltato Spinazzola e ha crossato, ma il giallorosso è riuscito a chiudere in angolo (17’). Su scarico di Aina, ha crossato per Brekalo (28’)

Brekalo: 5 Ha chiuso la sua avventura in granata un po’ in sordina senza squilli e con un errore. Non è arrivato sul filtrante di Belotti (11’). Da un suo errore è partita l’azione che ha portato al gol di Abraham (27’). Su cross di Praet, ha di prima ha girato, ma senza creare grattacapi a Rui Patricio (28’). (Dal ‘46 Pjaca: 5,5 Come Brekalo poteva dare maggior apporto. Ha messo in mezzo dalle parti di Belotti un calcio d’angolo (57’). Il suo destro a giro dal vertice dell'area è finito sul fondo (77’)).

Belotti: 6 Solita partita generosa. Ha cercato il gol senza trovarlo, anche perché non è poi stato così supportato dai compagni. Servito da Ricci è stato fermato fallosamente da Oliveira (5’). Dopo un errore di Kumbulla ha sfoderato un filtrante per Brekalo (11’). Sulla verticalizzazione di Pobega, ha controllato, ma il suo destro a incrociare non ha inquadrato lo specchio della porta (31’).  Su calcio d’angolo di Pjaca, ha colpito di testa, ma il suo tiro è risultato fuori misura (57’). Al momento della sostituzione tutti i tifosi del Toro in piedi ad applaudirlo e dalla Maratona è partito il coro: “Un capitano, c’è solo un capitano”: è chiaro che tutti vogliono che resti. (Dal ‘68 Pellegri: 5,5 Ormai la partita era incanalata quando è entrato e, come Belotti, non ha ricevuto grande supporto dai compagni, ma poteva fare qualche cosa di più). 

Ivan Juric: 5,5 Non è riuscito a chiudere in bellezza, ma anche in quest’ultima partita ha dovuto fare i conti con giocatori indisponibili e tantissimo lo aveva fatto in tutta la stagione per cui non aveva nulla da dimostrare.
Le assenze per problemi fisici di Bremer e di Singo e Vojvoda e con Buongiorno rientrante dall’infortunio, Mandragora non al meglio della condizione così come Pjaca lo hanno portato ad adottare una difesa inedita con Lukic che ha arretrato i suo raggio d’azione andando a dare man forte a Zima e Rodriguez e con Aina e Ansaldi con doppio compito: in fase difensiva terzini e in qualla offensiva esterni di centrocampo. In mezzo al campo ha schierato Ricci e Pobega, lasciando in panchina Mandragora. In attacco sulla trequarti Brekalo, preferito a Pjaca, e Praet a supporto di Belotti. Dopo lo studio iniziale è venuta fuori la qualità della Roma, che voleva vincere per ottenere il pass per l’Europa League, e forse i suoi avevano già la testa un po’ alle vacanze.

ROMA: Rui Patricio: 6; Mancini: 6; Kumbulla: 6,5; Ibanez: 6,5; Spinazzola: 6 (dall’ 82’ Vina: n.g.); Veretout: 6,5; Oliveira: 6 (dal ‘58 Cristante: 6); Zalewski: 6,5 (dal ‘58 Karsdorp: 6); Pellegrini: 6,5(dall’ 82’ El Shaarawy: n.g.); Abraham: 7; Shomurodov: 6 (dal ‘76 Zaniolo: n.g.).
José Mourinho: 6,5.

Arbitro Massimiliano Irrati: 6 I rigori c’erano e ha gestito i cartellini senza errori. Ha ammonito Ibanez per gioco scorretto su Praet (20’), Ansaldi per aver atterrato Pellegrini (22’), Shomurodov per gioco scorretto ai danni di Pjaca (76’), Buongiorno per una trattenuta in area a Zaniolo costato il secondo rigore al Torino (78’).