Le pagelle di Roma-Torino: Linetty non basta per vincere. Sanabria non azzecca un tiro. Male Vojvoda. Bene Singo

13.11.2022 17:50 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Karol Linetty
TUTTOmercatoWEB.com
Karol Linetty
© foto di Image Sport

Milinkovic-Savic: 6 Si è fatto trovare pronto, ma è anche stato salvato dai legni. Nulla poteva sul gol di Matic. Ha lanciato lungo per Vlasic (10’). Su una ripartenza Abraham ha dato a Zaniolo che, da posizione defilata, ha provato la conclusione ma la palla è andata alta (18’). Su calcio d’angolo Mancini gli ha preso il tempo però per sua fortuna la palla è uscita, anche se di poco (37’). Celik ha servito El Shaarway che dal fondo ha messo in mezzo e pi un compagno ha sporcato la traiettoria e  lui ha fatto suo il pallone(49’). La punizione di Zaniolo era indirizzata verso la sua area, ma Ibanez non ci è arrivato (59’). Tentativo velleitario di concludere da parte di Cristante respinto appena dentro la sua area da un compagno (64’). In tuffo ha respinto il destro dal limite di Dybala (72’). Tahirovic ha dato palla in area a Zaniolo che, spalle alla porta, ha servito El Shaarawy che con un tiro a incrociare ha concluso, ma lui ha parato (78’). Djidji ha deviato il tiro di Zaniolo favorendo il suo intervento (83’). Dybala dal limite ha servito in area Matic che non ci è arrivato (84’). Belotti dagli undici metri lo ha spiazzato, ma il palo lo ha salvato (90’+2’). Dybala con il sinistro da fuori area ha centrato la sua traversa e poi la palla è arrivata a Matic che dal limite al volo lo ha trafitto (90’+4’).  

Djidji: 5,5 Peccato che abbia causato il rigore, ma per il rsto la sua prestazione è stata positiva. Zaniolo gli era sfuggito ed era entrato in area, ma ha recuperato mandando in angolo il cross del giallorosso (28’). Ha chiuso provvidenzialmente su El Shaarawy (50’). Ha deviato il tiro da fuori area di Zaniolo favorendo l’intervento di Vanja (83’). Belotti dopo un contrasto con lui è caduto (86’). Sul fondo ha allontanato la palla da El Shaarawy epoi per mandarla ancora più lontano dall’accorrente Dybala ha colpito l’ex juventino e l’arbitro ha decretato il calcio di rigore (90’+1’).  

Zima: 5,5 Incerto in alcune circostanze. Abraham gli è sfuggito ed è entrato in area e ha dato a El Shaarawy (50’). Abraham si è liberato di lui ed é arrivato al limite dell’area (61’). Ha sbagliato il disimpegno su Belotti (86’).

Buongiorno: 6,5 Attento, preciso e quando ha potuto si è spinto in avanti, peccato che sia dovuto uscire per un problema muscolare. Ben calibrato il suo cross per Sanabria (8’). Ha visto l’inserimento di Linetty in area e ha provato a servirlo, ma la palla è finita sul fondo (17’). Sul cross di Lazaro, ha colpito di testa, ma la deviazione di un avversario ha favorito la parata di Rui Patricio (21’). Cristante da dentro l’area ha messo in mezzo e lui è intervenuto per evitare pericoli (24’). Ha trattenuto Zaniolo ed é stato ammonito, era in diffida e salterà per squalifica la partita con il Verona alla ripresa del campionato il 4 gennaio 2023.  Per un problema alla coscia destra ha dovuto lasciare il campo. (Dal ‘51 Rodriguez: 6 Ha fatto il suo. Ha fermato, forse un po’ rudemente, al limite dell’area Abraham (61’)).   

Lazaro: 6 Ha sfoderato cross, alcuni interessanti, e spinto come vuole Juric. Ha messo in mezzo per Buongiorno (21’). Quando è entrato Singo è passato sulla fascia sinistra (30’). Ha chiuso Celik lanciato da Mancini (38’). Ha superato Celik e ha messo in mezzo, ma Zalewski ha mandato la palla in fallo laterale (45’+1’). Ha crossato in area per Valsic (45’+2’).

Linetty: 7 Come una calamita ha recuperato tanti palloni e ha segnato il gol del momentaneo vantaggio. Servito in mezzo all’area da Singo e senza essere marcato di testa ha segnato (55’).

Ricci: 6 Ha disegnato, come suo compito, geometrie in mezzo al campo, forse poteva essere un po’ più incisivo nell’impostare. Su calcio d’angolo per la Roma è saltato e ha preso la palla con la testa e poi la sfera gli è carambolata sul braccio e l’arbitro ha decretato il rigore, ma dopo il l’arbitro è ritornato sui suoi passi: niente rigore per i giallorossi (26’).

Vojvoda: 5 Non è entrato in partita ed è stato sostituito dopo 30’. Ha messo in area per Sanabria, ma Rui Patricio in uscita ha fatto sua la palla (9’). Juric ha deciso di sostituirlo: evidentemente non era soddisfatto della sua prestazione. (Dal ‘30 Singo: 6,5 Decisamente più intraprendente del compagno e anche attento in fase difensiva. Ha messo una buona palla in mezzo, ma Rui Patricio è uscito e ha respinto (33’). Abraham ha ricevuto palla in area e ha servito Zalewski che ha crossato, ma lui ha deviato in angolo (37’). Servito da Vlasic, ha mezzo in mezzo all’area e Linetty ha segnato (55’). In acrobazia ha anticipato in area Ibanez servito da Mancini (75’)).

Miranchuk: 5,5 Meglio come rifinitore che come tiratore. E’ avanzato e arrivato al limite dell’area ha tirato, ma la palla è stata respinta  da un avversario (19’). Con un tiro da fuori di destro ha tentato la conclusione, ma la palla è andata un po’ alta (22’). Ha concluso senza inquadrare la porta (23’). Ha dato una palla interessante a Vlasic al limite dell’area (67’). (Dal ‘79 Adopo: n.g.).

Vlasic: 6 Ha creato qualche volta la superiorità numerica, ma anche lui come Mirancuk, poco pungente quando è andato al tiro. E’ calato alla distanza. Da dentro l’area di rigore, su una respinta corta, ha concluso, ma è stato murato (7’). Sul lancio lungo di Vanja indirizzato a lui Mancini lo ha chiuso e poi Smalling ha spazzato via (10’). Ha tentato di servire in profondità Sanabria, ma è stato impreciso e la palla è finita sul fondo (13’). Sul cross in area di Lazaro, un avversario lo ha anticipato (45’+2’). Ha dato palla a Singo nell’azione del gol di Linetty (55’). Ha ricevuto al limite dell’area da Miranchiuk, ma il suo tiro troppo centrale è stato facile preda di Rui Patricio (67’).

Sanabria: 5 Non ha avuto molte occasioni, ma le ha anche sbagliate tutte. Su cross di Buongiorno, di testa ha mandato sopra la traversa (8’). Singo lo ha servito in area e lui al volo ha calciato male mandando la palla altissima e facendo infuriare Juric che ha dato un calcio a una bottiglietta e la scarpa gli è volata via (62’). (Dal ‘79 Radonjic: n.g.).

Ivan Juric: 6 Anche se ha avuto poco tempo ha preparato bene la partita imbrigliando a dovere la Roma per tutto il primo tempo, peccato che i suoi non abbiano trovato il secondo gol che gli avrebbe permesso di vincere la partita.
Terza partita in otto giorni e ultima prima della sosta del campionato per il Mondiale con qualche giocatore che potrebbe, più o meno inconsciamente, pensare alla Nazionale e con Schuurs, Aina e Lukic infortunati, mentre Pellegri alla vigilia non sembrava neppure fra i convocati e invece è stato inserito nella lista. Quindi ha deciso di mandare in campo Milinkovic-Savic in porta, Djidji, Zima e Buongiorno in difesa, a centrocampo sulle fasce Lazaro a destra e Vojvoda a sinistra con in mezzo Linetty e Ricci, sulla trequarti Miranchuk e Vlasic a supporto della punta Sanabria.
Lungo studio iniziale da parte delle due squadre che sono state brave, di più i suoi, a chiudere gli spazi, ma non sono riuscite a sfoderare una buona partita. I suoi hanno pressato un po’ di più, ma i pochi tiri non sono mai stati precisi. Dopo mezzora ha sostituito Vojvoda, evidentemente non soddisfatto della prestazione dell’albanese naturalizzato kosovaro, sostituendolo con Singo per avere una maggiore spinta in avanti e così Lazaro è passato a sinistra.
Nella ripresa la Roma è stata più intraprendente, ma la sua squadra ha tenuto botta ed è andata in vantaggio, ma non avendo chiuso la partita per imprecisione di mira sotto porta, come il altre occasioni nel finale si è fatta rimontare. Lui non aveva attaccanti per le sostituzioni mentre Mourinho ha potuto mandare in campo Dybala e se chiede un centrocampista con certe caratteristiche un motivo c’è e anche in questo caso l’allenatore della Roma ha potuto sfoderare la carta vincente con Matic.        

ROMA: Rui Patricio: 5,5; Mancini: 6; Smalling: 6; Ibanez: 5,5; Celik: 6; Cristante: 5,5 (dal ‘69 Tahirovic: 6); Camara: 5,5 (dal ‘54 Matic: 6,5); Zalewski: 5 (dal ‘69 Dybala: 7); Zaniolo: 5,5; Volpato: 5 (dal ‘46 El Shaarawy: 5,5); Abraham: 5 (dal ‘71 Belotti: 5,5).
José Mourinho: 5,5.

Arbitro Antonio Rapuano: 5 Ha rischiato di dare un rigore inesistente contro il Torino e non sempre ha gestito i cartellini in modo convincente. Su calcio d’angolo per la Roma ha decretato il rigore perché Ricci aveva toccato la palla con la mano però prima saltando l’aveva presa di testa e allora il Var lo ha richiamato a vedere l’azione al monitor e lui si è ravveduto perché non c’erano ovviamente gli estremi per il rigore (26’). Ha ammonito Buongiorno per una trattenuta ai danni di Zaniolo (48’), Camara per un intervento irregolare da dietro su Ricci (53’). Ha lasciato correre l’intervento, un po’ rude, al limite dell’area di Rodriguez su Abraham (61’). Ha lasciato correre l’intervento in ritardo di Cristante su Zima, c’erano gli estremi per l’ammonizione (64’). La Roma ha protestato per un presunto fallo con il braccio di Djidji sul tiro di Zaniolo, ma l’arto del granata era attaccato al corpo (83’). Ha mostrato il giallo a Dybala che protestava per un contrasto, a sua detta irregolare, da parte di Djidji su Belotti (86’), Tahirovic per aver fermato fallosamente una ripartenza di Radonjic tirandogli la maglia (89’). Ha espulso Mourinho per proteste (89’). Ha dato rigore alla Roma per un calcio di Djidji a Dybala, il granata voleva allontanare la palla, ma ha colpito in pieno l’avversario (91’). Ha ammonito Lazaro per un fallo sulla trequarti (95’).