Le grandi trattative del Torino - 2005, il primo acquisto di Cairo è Fantini

07.04.2020 16:00 di Emanuele Pastorella   Vedi letture
© foto di Marco Farinazzo/TuttoLegaPro.com
Le grandi trattative del Torino - 2005, il primo acquisto di Cairo è Fantini

Non c’è tempo da perdere, il Toro neo-nato deve essere costruito in tempi brevissimi. Urbano Cairo è diventato presidente il 2 settembre 2005, il 10 è già in programma la prima partita. Bisogna ripartire completamente da zero, il nuovo patron parte dall’allenatore: è Gianni De Biasi, esonerato sette mesi prima dal Brescia. Poi, ecco la costruzione della rosa, affidata al direttore sportivo Fabrizio Salvatori. Il primissimo colpo di Cairo presidente è un attaccante, si tratta di Enrico Fantini. Classe ’76, arriva dalla Fiorentina il 3 settembre ed è il primo volto nuovo del nuovo Toro. E se già questo è di per sé un fatto storico, il meglio deve ancora venire.

De Biasi lo lancia titolare nella prima partita del Torino Fc, allo stadio Delle Alpi per la sfida contro l’Albinoleffe si presentano 30mila cuori granata: deve essere la sfida della rinascita, dopo che il 10 agosto si è consumato il funerale del vecchio Toro con l’ultima amichevole contro l’Acqui Terme. E, per uno scherzo del destino, è proprio Fantini il primo giocatore ad andare in rete per il nuovo corso Cairo. La sfida finirà 1-0, sarà il primo tassello verso un’incredibile promozione. E Fantini, a fine anno, avrà dato il suo contributo: 42 gettoni collezionati, 9 reti in totale. Fondamentale la sua doppietta per espugnare Arezzo, decisivo nelle due sfide vinte per 1-0 contro Cesena e Cremonese. Nella finale di ritorno contro il Mantova, davanti a 60mila spettatori, si fa espellere durante i tempi supplementari, ma il suo rosso non complica i piani di De Biasi: il Toro rimonta il 4-2 dell’andata e con il 3-1 del Delle Alpi torna subito in serie A al primo tentativo con Cairo presidente.

Sarà l’unica stagione di Fantini al Toro, si sarebbe poi trasferito al Bologna e nell’estate del 2013, con la Virtus Mondovì, ha anche avuto l’onore di sfidare proprio il Toro durante un’amichevole pre-campionato. Si sarebbe ritirato nel 2015 al termine di un’esperienza nella Seconda Categoria piemontese all’Ama Brenta Ceva, oggi fa l’allenatore.