Le grandi trattative del Torino - 1970, la negoziazione per Castellini dura appena mezz'ora

15.05.2020 11:07 di Emanuele Pastorella   vedi letture
Le grandi trattative del Torino - 1970, la negoziazione per Castellini dura appena mezz'ora
TUTTOmercatoWEB.com

Luciano Castellini è il portiere dei record, il primo lo centrò quando era appena ventenne: il 26 settembre 1965, infatti, divenne il primo dodicesimo ad entrare in campo in serie B. Vestiva la maglia del Monza, proprio il club da cui venne acquistato dal Torino. I granata lo avevano visionato e lo avevano individuato come rinforzo per la porta, il direttore generale Beppe Bonetto non perse tempo per concludere l’operazione. E, anzi, fu incredibilmente veloce: il 27 giugno del 1970, infatti, chiuse la trattativa in appena mezz’ora. “218 milioni di lire più il cartellino di quattro giocatori, ero felice del trasferimento perché non volevo passare alla Lazio, Roma era troppo lontana” avrebbe poi confidato lo stesso Castellini.

E con il Toro comincia una lunga storia d’amore, durata otto anni e fatta di record e di vittorie. Perché fino all’anno scorso era stato il portiere granata con la striscia di imbattibilità più lunga: è stato superato da Salvatore Sirigu, che con i suoi 599 minuti batté l’ex portiere di 82 minuti, mentre Valerio Bacigalupo detiene ancora il record assoluto, a 690 minuti, anche se all’epoca non esisteva ancora il girone unico. E poi ci sono i due trofei, la coppa Italia 1970/1971 e soprattutto lo scudetto del ’76: è questa la vera impresa della carriera di Castellini. Il Torino lo cedette al Napoli nel 1978 quando il portiere aveva centrato 264 presenze, anche con i partenopei superò i 200 gettoni: un record assoluto in serie A, quello di superare quota 200 con due club differenti, che condivide soltanto con Ciro Ferrara e Giancarlo De Sisti.