La Nazionale entusiasma ma la Serie A perde i pezzi. Diversi big in uscita

05.07.2021 06:15 di Marcello Ferron   vedi letture
La Nazionale entusiasma ma la Serie A perde i pezzi. Diversi big in uscita
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Sport

In queste settimane certamente il calcio italiano sta vivendo un ottimo momento grazie alle splendide prestazioni della Nazionale di Roberto Mancini, che domani sera a Wembley in semifinale contro la Spagna si giocherà l'accesso alla finalissima degli Europei in programma domenica. Ma per una Nazionale che entusiasma c'è un campionato che anche in sede di mercato sembra mostrare le stesse difficoltà palesate nelle coppe europee rispetto ai campionati concorrenti. 

La Serie A infatti in queste prime settimane di mercato ha già perso due top player ed anche altri diversi nomi di rilievo rischiano di abbandonare per altri campionati. Le partenze in direzione Paris Saint-Germain di Gigio Donnarumma e Achraf Hakimi, per la quale ormai sembra mancare solo l'ufficialità, due delle stelle di Milan ed Inter, ovvero la seconda e la prima classificata del campionato appena concluso sono emblematiche sotto questo aspetto. Ma anche il Torino ha perso a zero Nicolas Nkoulou, che sembra destinato ad un'esperienza in un altro campionato, ed anche per Andrea Belotti nelle ultime settimane si è parlato di sirene provenienti dalla Premier League, con l'Arsenal che sembrava interessato. Oltre al Gallo ci sono anche altri protagonisti della Serie A che potrebbero salutare il nostro campionato: la permanenza di Fabian Ruiz a Napoli infatti sembra in dubbio, ed il suo futuro potrebbe essere all'estero, anche se la situazione si definirà dopo l'Europeo. Anche Edin Dzeko sembra in uscita dalla Roma, ed in casa Inter oltre alla cessione di Hakimi tengono banco le voci di un possibile addio di Lautaro Martinez, anche se i nerazzurri sembrano intenzionati a trattenerlo.

Se c'è da essere sicuramente entusiasti del grande calcio offerto dalla Nazionale Italiana quindi, dall'altra parte non si può non guardare ad una certa preoccupazione ad un campionato che continua a faticare a competere con i principali campionati esteri, sia sul campo che sul mercato.