La grande occasione: il Torino battendo il Bologna si troverebbe da solo all’8° posto

27.11.2023 11:00 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Esultanza Torino
TUTTOmercatoWEB.com
Esultanza Torino
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com

In un colpo solo il Torino può scavalcare Lazio, Frosinone, Monza e Bologna e raggiungere l’8° posto portandosi a una sola lunghezza da Fiorentina e Atalanta accoppiate a quota 20. L’occasione è veramente grande, ma per coglierla i granata devono questa sera battere il Bologna al Dall’Ara. Ovviamente anche per i felsinei c’è in ballo una grande opportunità perché se avessero la meglio sul Torino si ritroverebbero a condividere il quinto posto con la Roma. A permettere tutto questo sono stati i risultati di alcune partite che si sono giocate tra ieri e sabato con la Lazio che ha perso contro la Salernitana, l’Atalanta che è stata battuta dal Napoli, la Fiorentina che è stata sconfitta dal Milan e il Monza che non è andato oltre al pareggio con il Cagliari.

Bologna-Torino sarà quindi una partita ancora più avvincente proprio per le opportunità di avanzare in classifica che ci sono. Il Torino arriva dalle vittorie con Lecce e Sassuolo e dal pareggio con il Monza, mentre il Bologna dalla sconfitta con la Fiorentina che aveva interrotto una striscia positiva, formata da sei pareggi (Juventus, Verona, Napoli, Monza, Inter e Sassuolo) e quattro vittorie (Cagliari, Empoli, Frosinone e Lazio), che era iniziata dalla seconda giornata di campionato. Le motivazioni per entrambe le squadre quindi non mancano.

Per la squadra di Juric sarebbe una bella prova di maturità vincere con il Bologna del suo amico, nell’occasione rivale, Thiago Motta. La vittoria oltretutto metterebbe alle spalle del Torino le difficoltà avute con annessi conseguenti alti e bassi di inizio campionato e servirebbe da volano per la successiva partita con l’Atalanta. L’occasione va colta, anche per regalare una gioia ai tifosi e riconciliarsi definitivamente con loro.

P.s.: si spera che la terna arbitrale, composta dal direttore di gara Andrea Colombo e dagli assistenti Del Giovane e Yoshikawa, e gli addetti al Var, Gariglio e Mazzoleni (Avar), non commettano alcun errore in modo da non condizionare il risultato. Il Torino è già stato troppo penalizzato nella gara contro il Monza, per fermarsi solo all’ultimo episodio, e anche il Bologna a inizio campionato aveva subito torti.