Il valzer sull'asse Parigi-Monaco che può influenzare il futuro granata

05.12.2019 11:06 di Claudio Colla   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Il valzer sull'asse Parigi-Monaco che può influenzare il futuro granata

Che Mazzarri al momento non incontri esattamente i favori della maggioranza dei tifosi granata non è certo un mistero. Iniziato nel gennaio 2018, e arrivato al proprio apice la scorsa primavera, il suo ciclo rischia di vedere già esaurita la propria spinta, sulla scia di un gioco certamente non brillante, di una solidità difensiva dissipatasi tra la crisi del rapporto con N'Koulou e lo stress causato dalla continua alternanza Lyanco-Bremer-Djidji, e, in definitiva, di una serie di risultati decisamente deludenti, tra cui figurano i tanti punti persi contro le piccole del campionato (zero su nove tra Lecce, Samp, e Udinese). E come non pensare alla possibilità di un cambio di rotta, forse anche a campionato avviato? Altrettanto noto il gradimento dei vertici granata, a tal proposito, nei confronti di Gennaro Gattuso. L'ex-tecnico del Milan piace soprattutto per l'iniezione di grinta "da Toro" che il suo avvento, potenzialmente, porterebbe. Oltre che per la sua giovane età.

Ma il futuro dell'ex-mediano rossonero pluripremiato sembra dirigersi verso lidi differenti. C'è in ballo la proposta della Fiorentina, che fin d'ora gli propone un progetto a lungo termine. E, sullo sfondo, un Napoli che, ove le gare contro Udinese e Genk non palesassero un netto cambio di rotta, potrebbe far sì che Ancelotti non giunga nemmeno a mangiare il panettone né a stappare lo spumante al timone azzurro. Non che il tecnico internazionale, altrettanto pluripremiato, non veda già un Piano B per l'immediato futuro: giunge infatti con forza l'indiscrezione di un ritorno al Paris Saint-Germain, in vista della prossima stagione. I transalpini, che, a meno di grandi passi in avanti in Champions League, perderanno almeno uno tra Neymar e Kylian Mbappé, puntano alla parziale ricostruzione di un progetto che, sotto la guida Tuchel, è riuscito finora a metà: il patròn Al Khelaifi pensa dunque a un ritorno di Carletto alla guida, mentre l'ex-boss di casa Dortmund approderebbe al Bayern Monaco, in tandem con l'attuale traghettatore di successo Hans-Dieter Flick. Soluzione che aprirebbe la strada di Gattuso verso Napoli, per la gioia di De Laurentiis e Giuntoli. Lasciando il Toro a puntare su altri. cavalli.