Il Torino non si è scansato, la Juve sì...

08.05.2017 00:32 di Marina Beccuti Twitter:    vedi letture
Il Torino non si è scansato, la Juve sì...
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Un grande Toro poteva espugnare lo Juventus Stadium nella partita più attesa della stagione, il derby. Solo l'arbitro, probabilmente, ha deciso che i granata dovevano restare in dieci vedendo un fallo invece di un rinvio sul pallone ad opera di Acquah tanto da espellerlo, così veniva allontanato Miha per proteste a seguito del fatto. Il Torino non si è scansato, parlando alla buffonese, ha giocato una delle partite più virili della stagione, dove sì, ci ha messo proprio gli attributi da Toro, da derby, con il suo uomo più tecnico e dai piedi raffinati, Adem Ljajic, autore di un gol capolavoro.

Tuttavia non è stato del tutto sportivo l'atteggiamento di Max Allegri, che ha preso sottogamba il match facendo turnover. Nel derby non si dovrebbe mai fare, altrimenti è come beffeggiare l'avversario, come pensare che sia così scarso da tenere i migliori in panchina, a partire da Gianluigi Buffon, per arrivare a Giorgio Chiellini e a Gonzalo Higuain. Sia chiaro i giocatori messi in campo sono di tutto valore, ma pur giocando in Champions League martedì, la Juventus parte con un vantaggio cospicuo,  0-2 sul Monaco, con gol fuori casa. Dunque un punteggio che lascia un certo margine di sicurezza. Non per niente appena è entrato, Higuain ha segnato.

Questo Toro magari avrebbe trovato più difficoltà con la formazione tipo della Juve, ma avrebbe dato ancora di più per strappare un risultato positivo allo Stadium, perchè dentro ha il Dna di Mihajlovic che, mai come nessun altro, ha capito cosa deve agire per farsi amare dai suoi tifosi. Grinta in campo, ha saputo cambiare modulo e riadattarlo ai suoi uomini migliori, non le manda a dire a nessuno, anche in tv, fregandosene dei benpensanti e usando tutta la sua sincerità. Non è uno zingaro, come qualcuno gli ha urlato, è serbo è ha dentro proprio la fierezza della sua terra martoriata ma viva.

Il dopo gara è stato un po' forte nelle parole e negli epiteti, anche a chi ha dato del "marocchino di m." a Benatia, via cuffia durante un collegamento Rai. E' stato un atto grave, fatto sicuramente da un addetto ai lavori che non può permettersi simili scivoloni. Ma per il resto in campo è andato tutto bene e nessuno ha voluto essere protagonista in negativo, ad eccezione di Valeri e della sua svista che ha penalizzato il Toro. Ma accettiamo anche questo ennesimo errore, altrimenti non sarebbe stato il solito derby...