Il Torino deve subito riscattarsi con l’Empoli per mirare all'Europa

I passi falsi con Milan e soprattutto con l’Atalanta vanno messi alle spalle con una vittoria con l’Empoli. L’obiettivo Europa League non deve essere ridimensionato.
15.09.2016 13:30 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin per Torinogranata.it
Il Torino deve subito riscattarsi con l’Empoli per mirare all'Europa
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

“Domenica con l’Atalanta abbiamo buttato via un risultato” così ieri il presidente granata, Urbano Cairo, intervenuto a margine della presentazione del Giro d’Italia ha commentato la seconda sconfitta stagionale su tre partite disputate. Non ci sono alibi che possano, anche solo in parte, giustificare i punti non conquistati secondo Cairo: “Abbiamo una squadra in grado di sopperire agli assenti. Dobbiamo continuare a lavorare per fare bene”. Ne consegue, senza ombra di dubbio, che per domenica prossima il presidente Cairo, e non solo lui, si aspetta una vittoria dal Torino contro l’Empoli.

L’obiettivo di lottare con le squadre che vogliono approdare in Europa League non prevede che si gettino via punti conquistabili e il rigore sbagliato all’ultimo secondo con il Milan, che poteva portare il punto del pareggio, e, soprattutto, la sconfitta con l’Atalanta che, con tutto il rispetto per gli orobici, poteva essere una vittoria, hanno già visto evaporare quattro punti, stando stretti due. In entrambi i casi, il Torino poteva ritrovarsi nella migliore delle ipotesi al secondo posto in compagnia di Napoli e Roma o almeno all’ottavo in coabitazione con Pescara, Chievo, Lazio e Inter. E’ vero che al Genoa e alla Fiorentina manca una partita sospesa a causa della pioggia, ma fino a quando non la recupereranno ci saranno sempre tre punti in palio per loro, con conseguente variazione delle posizioni in classifica per tutti. Puntare all’Europa deve continuare a essere l’obiettivo e sarebbe un vero peccato se finisse per dover essere accantonato a causa di conquistabili, ma persi per strada.

Tre punti dopo tre giornate non sono un grande bottino, però, è doveroso dire che il tempo per recuperare c’è. Quindi, a patto che si superino in fretta gli errori individuali e che si raggiunga al più presto l’amalgama all’interno di ogni reparto e nel complesso dell’intera squadra, il Torino sorretto da un po’ di fortuna sul fronte infortuni può rimettersi in carreggiata già domenica con l’Empoli, squadra che ha un impianto di gioco consolidato, ma ambizioni di altro tipo rispetto a quelle granata. Tornare a vincere prima di tutto e poi anche a convincere è l’obiettivo immediato del Torino ed è quello che tutti si aspettano dalla squadra granata.