Il Torino batte la Bormiese e il Grosio e vince il triangolare

Quattordici gol del Torino nella prima uscita stagionale. Nove alla Bormiese con poker di Amauri, tripletta di Morra e gol di Stevanovic e Avelar. Cinque al Grosio, a segno Maxi Lopez e Quagliarella (doppiette), autogol di Cusini.
17.07.2015 20:44 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin per TorinoGranata.it
Il Torino batte la Bormiese e il Grosio e vince il triangolare
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Insidefoto

Prima uscita della nuova stagione per il Torino che in amichevole ha vinto sia con la Bormiese sia con il Grosio aggiudicandosi il triangolare. E’ stato un primo test e va subito sottolineato che gli avversari militano in seconda categoria e i granata avevano le gambe imballate dal lavoro svolto in questi giorni in ritiro, però comunque fa sempre bene iniziare in modo positivo. Glik, Moretti, Peres e Vives sono stati gli unici a giocare novanta minuti.

La prima sfida è stata fra Bormiese e Grosio ed è finita con la vittoria del Grosio. Il gol partita di Davide Rinaldi, tiro da fuori e deviazione fortuita con il ginocchio che ha spiazzato il portiere degli avversari. Le due formazioni valtellinesi hanno schierato in campo parecchi giocatori delle giovanili.
A circa metà del tempo è iniziato a piovere e i tifosi, quasi esclusivamente del Toro, che erano seduti sulla tribunetta hanno cercato riparo come meglio potevano sotto una piccola tettoia a lato della struttura, qualcuno più temerario ha sfidato il vento rimanendo seduto al suo posto e riparandosi sotto l’ombrello.
 

Il Torino è sceso in campo affrontando la perdente della precedente sfida, la Bormiese. Questa frazione è iniziata con qualche minuto di ritardo a causa della forte pioggia trasformatasi in temporale, che non ha smesso di scendere per quasi tutto il triangolare. Castellazzi era fra i pali della formazione di casa “prestato” per l’occasione e come già avvenne lo scorso anno Giulio Testa, il figlio di Carlo, del Granata Store è stato cooptato dalla formazione di mister Menegola.
Granata subito in pressing sulla Bormiese con Peres a spingere sulla sua fascia di competenza, ma effettua cross un po’ lunghi per essere raccolti da qualche compagno. Si mette in evidenza Stevanovic, utilizzato come mezz’ala destra, con un tiro dalla distanza (6’) che però è decisamente molto alto sopra la traversa. Un minuto dopo si fa trovare nel punto giusto Morra mandando la palla in rete su cross di Obi, però l’arbitro annulla per fuorigioc. Al 9’ cross teso di Avelar con Castellazzi pronto a intercettare la palla. Subito dopo è Vives (10’) a provare il tiro per sbloccare la partita senza successo poiché la palla è indirizzata ben al di fuori dello specchio della porta. Al 12’ Stevanovic con un tiro di sinistro lievemente a girare ha beffato Castellazzi e realizzato la prima rete stagionale del Torino. Il raddoppio al 14’ di Amauri che ha ribattuto un tiro di Obi che era finito sul palo. Qualche piccolo problema d’intesa a centrocampo in alcune occasioni non è mancato, ma è del tutto normale perché ci sono anche giocatori nuovi che non possono avere ancora memorizzato i movimenti ed è trascorso troppo poco tempo per far si che ci siano automatismi di gioco senza sbavature. Al 20’ la Bormiese ha effettuato due cambi ed è entrato Giulio Teasta. Un batti e ribatti in area finisce in un nulla di fatto al 23’. Quattro minuti dopo Un colpo di testa di Stevanovic finisce di poco a lato, Ma altri gol sono nell’aria. Infatti al 27’ con una bella rovesciata Amauri porta a tre le reti del Torino raccogliendo un invitante cross di Stevanovic. Al 30’ è la volta di Morra che su assist di Avelar è lesto ad insaccare. E ancora i due sono gli artefici, con azione molto simile, della seconda rete dell’ex Primavera. Quasi un assedio per Castellazzi che non riesce a impedire ad Avelar di esultare anche lui dopo una bella sgroppata sulla sinistra che lo batte con un tiro di destro dopo essersi accentrato. Il momento di gloria arriva anche per Castellazzi: prima respinge un tiro dal limite dell’area di Stavanovic (35’) e poco dopo nega allo scatenato Amauri la gioia di trafiggerlo (37’) respingendo sulla linea di porta il colpo di testa dell’attaccante, ma il brasiliano è in gran spolvero e si prende la rivincita sul compagno di squadra prestato agli avversari con un diagonale che mette fuori gioco il portiere (39’). Continua il bel momento di Morra che porta a tre le sue reti sfruttando un cross rasoterra dalla destra di Stevanovic (42’). Per concludere in bellezza arriva anche il quarto gol per Amauri (43’) che è lesto a mettere il piede e farsi attribuire la rete che altrimenti sarebbe stata un autogol.
Il Torino ha battuto la Bormiese nove a zero.

 

Ultima frazione del triangolare con il Torino contrapposto al Grosio, Ventura ha mantenuto la stessa difesa avvicendando fra i pali Gomis con Padelli. In attacco la coppia Quagliarella-Maxi Lipez e a centrocampo ha mantenuto Vives in mezzo davanti alla difesa con Obi e Molinaro alla sua sinistra e Acquah e Peres a destra. Questa seconda formazione potrebbe essere un abbozzo di undici titolare, ma va ricordato che non sono della partita Gazzi, andato a testimoniare al processo di Bari sul calcio-scommesse, e Bovo, infortunato. Il Torino anche con il Grosio è quasi costantemente in attacco e fa vedere parecchio giro palla che è marchio di fabbrica del gioco di Ventura cercando di servire in velocità gli attaccanti che si muovono con la consueta imprevedibilità. Prima Maxi Lopez prova a servire con un pallonetto Acquah (4’), ma la sfera viene deviata dalla difesa, poi Molinaro innesca Obi che pesca Quagliarella in area, però Fabio non è preciso al momento del tiro (6’). Si sblocca il risultato un minuto dopo quando Maxi Lopez con un diagonale dalla sinistra su cross di Obi vanifica ogni tentativo di parata di De Maron. Una scivolata di Quagliarella (8’) e un dribbling non riuscito (9’) potrebbero far pensare che non sia la giornata giusta per il capocannoniere granata della scorsa stagione. De Maron in uscita blocca un potenziale tiro-gol di Maxi Lopez (13’) ed è fortunato due minuti dopo quando non gli riesce l’intervento sempre sull’argentino, però recupera e devia sul fondo. Al 19’ con un delizioso colpo di tacco Quagliarella si riprende con gli interessi quello che non era riuscito a far vedere in precedenza realizzando un gol di pregevole fattura. Il compagno di reparto non vuole essere da meno e realizza la doppietta raccogliendo una respinta del portiere su tiro di Obi servito da Acquah. Il “duello” a suon di gol fra Maxi Lopez e Quagliarella continua. Un tiro in acrobazia di Fabio termina sul fondo con palla alta (26’), un altro su cross di Maxi Lopez finisce su un difensore (30’) e poi ancora la porta non viene inquadrata (34’) su sponda sempre dell’argentino. La costanza viene sempre premiata e al 35’ stop, tiro e gol ed è doppietta anche per Quagliarella. Da segnalare l’azione molto bella di Acquah che prima dribbla tre avversari poi entra in area e serve rasoterra Fabio.  Il quinto gol è un incidente del portiere Cusini che si fa scivolare il pallone fra le mani e non può più fare nulla per impedire che s’insacchi. Ancora un tiro dalla distanza di Quagliarella che finisce di poco fuori (40’) e un’uscita del portiere in anticipo su Maxi Lopez prima che venga decretata la fine del triangolare.
Il Torino ha battuto il Grosio cinque a zero.

 

Questa sera alle 21 in piazza Cavour a Bormio ci sarà la presentazione della squadra.

Domani doppia seduta d’allenamento a porte aperte: con inizio al mattino alle 9,30 e al pomeriggio alle 17.


Bormiese – Grosio 0-1

Bormiese (4-3-3): Toldo, Sosio, Berbenni, Zappa M., Del Pistoia, Martinelli E., Zappa G., Giacomelli, Occhi, Pini, Gasperini.

A disposizione: Romani, Trabucchi, Eddarqaoui, Mirabella, Tognolini, Viviani, Martinelli M. Musotto, Capelli, Anzi. 
Allenatore: Davide Menegola

Grosio (4-4-2): Cusini, Rinaldi G., Besseghini G., Moderana, Bongiolatti, Mosconi, Porta, Curti, Rinaldi P., Massara, Franzini.

A disposizione: Mei, Pini R., Rinaldi L., Strambini, Marras, Visini, Rinaldi P., Antonioli, Besseghini S., Pini W., De Maron, Rinaldi G.
Allenatore: Piergiacomo Cusini
Arbitro: Di Giovanni di Brescia

Assistenti: Borromeo, Pellegrinelli

Reti: 25’ Rinaldi D. (G.)

Bormiese – Torino 0-9

Bormiese (4-3-3): Castellazzi, Mirabella, Musotto, Trabucchi, Bianchini, Martinelli M., Anzi, Capelli, Romani, Viviani, Tognolini.

A disposizione: Toldo, Zappa G., Zappa M., Pini, Occhi, Martinelli E., Giacomelli, Del Pistoia, Berbenni, Testa, Gasperi, Eddarqaoui.
Allenatore: Davide Menegola

Torino (3-5-2): Gomis, Maksimovic, Glik, Moretti, Peres, Stevanovic, Vives, Obi, Avelar, Amauri, Morra.
A disposizione: Padelli, Molinaro, Acquah, Maxi Lopez, Quagliarella, Graziano, Mantovani.
Allenatore: Giampiero Ventura

Arbitro: Bonassoli di Bergamo

Assistenti: Pellegrinelli, Capelli

Reti: 12’ Stavanovic (T.); 14’, 28’, 39’ e 43’Amauri (T); 30’, 32’ e 42’ Morra (T.); 33’ Avelar (T.)

Torino - Grosio 5-0

Grosio (4-4-2): De Maron, Besseghini G., Pini R., Curti, Rinaldi D., Mosconi, Porta, Moderana, Massara, Rinaldi L., Franzini   

A disposizione: Cusini, Rinaldi G., Bongiolatti, Marras, Visini, Strambini, Rinaldi P., Antonioli, Besseghini S., Pini W., Mei, Rinaldi G.   
Allenatore: Piergiacomo Cusini

Torino (3-5-2): Padelli, Maksimovic (22’ Mantovani), Glik, Moretti, Peres, Acquah, Vives, Obi (30’ Graziano), Molinaro, Quagliarella, Maxi Lopez.
A disposizione: Gomis, Amauri Avelar, Stavanovic, Morra.
Allenatore: Giampiero Ventura

Arbitro: Di Giovanni di Brescia

Assistenti: Capelli, Borromeo

Reti: 7’ e 22’ Maxi Lopez (T.), 19’ e 35’ Quagliarella (T.), Cusini autogol (G.)