Il Torino a Cagliari per conferme sul buon trend in trasferta ma va superata la “pareggite”

Quattro pareggi e due vittorie per la squadra di Mazzarri lontano da casa e nessuna sconfitta per quella di Maran alla Sardegna Arena.
22.11.2018 13:30 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Belotti e Falque
TUTTOmercatoWEB.com
Belotti e Falque
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Prima di tutto il Torino ha come mission con il Cagliari il far dimenticare la sconfitta casalinga con il Parma e allo stesso tempo confermare il trend positivo in trasferta, ma deve anche andare oltre la “pareggite” che ne ha caratterizzato finora i risultati lontano dal Grande Torino Olimpico. I granata in giro per l’Italia hanno sempre fatto punti, sei volte su sei, ma ben in quattro occasioni con Inter, Udinese, Atalanta e Bologna hanno pareggiato, mentre hanno vinto le altre due partite con Chievo e Sampdoria. Lunedì sera a Cagliari ci sarà l’occasione buona per la squadra di Mazzarri di cercare d’ottenere il terzo successo, risultato non scontato ma fattibile. Non scontato poiché i rossoblù alla Sardegna Arena sono imbattuti e dopo i tre pareggi iniziali con Sassuolo, Milan e Sampdoria nelle ultime due gare hanno battuto Bologna e Chievo. Fattibile perché il Torino ha una rosa con valori tecnici superiori a quella del Cagliari ed ha anche obiettivi di classifica maggiori degli attuali tre punti che separano le due formazioni e vedono i granata al nono posto con Fiorentina e Parma e i rossoblù al tredicesimo con il Genoa.

Belotti e compagni non possono farsi sfuggire il treno che permetterebbe loro di restare nel gruppo di chi sta a ridosso delle postazioni utili per l’Europa League e lotta per raggiungere quei posti. Un passo falso con il Cagliari zavorrerebbe troppo i granata e li metterebbe in una condizione di difficoltà in vista delle partite successive. Anche il pareggio, che pur smuoverebbe un pochino la classifica, potrebbe risultare più vicino a un passo falso che a uno utile perché la tredicesima giornata prevede lo scontro fra Parma e Sassuolo e vede la Roma impegnata a Udine, l’Atalanta a Empoli, la Fiorentina a Bologna e la Sampdoria nel derby. La graduatoria potrebbe, quindi, allungarsi ulteriormente e solo battendo il Cagliari il Torino non ne risentirebbe.