Il mercato accelera e gli obiettivi del Torino interessano anche ad altri

Giaccherini continua a interessare anche al Bologna, a Soriano si è avvicinato l’Anderlecht, il Napoli potrebbe riscattare Regini. Il Torino rischia di vedere sfumare tre potenziali obiettivi.
09.06.2016 13:30 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin per Torinogranata.it
Il mercato accelera e gli obiettivi del Torino interessano anche ad altri
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Il Sunderland non ha problemi a lasciare andare via Giaccherini, ma non ha nessuna intenzione di svenderlo e così uno degli obiettivi del Torino rischia di trovarsi nel mirino di più club interessati a lui. Tanto più che il neo direttore sportivo del Bologna, Riccardo Bigon, parlando del giocatore ha detto: “Stiamo valutando la situazione. Abbiamo incontrato il Sunderland, ma ci sono costi importanti da sostenere”. Per il Torino il rinnovato interesse del Bologna potrebbe essere un ostacolo perché Giaccherini è in prestito proprio alla squadra emiliana che potrebbe trovare più facilmente un accorso con il Sunderland e in più se il giocatore si mettesse in luce durante l’Europeo inevitabilmente il costo del suo cartellino salirebbe.

Soriano, altro potenziale obiettivo, in queste ultime ore potrebbe avvicinarsi all’Anderlecht perché la Sampdoria, con la quale i rapporti non sono idilliaci e che se ne priverebbe a fronte di un congruo guadagno, è interessata a Matias Suarez, Dennis Praet finito in orbita Siviglia e Steven Defour, mentre il club belga ha messo gli occhi su Soriano ed ecco che non sarebbe difficile che le due società trovassero un accordo reciprocamente soddisfacente, visti i già buoni rapporti dopo il trasferimento di Okaka in Belgio. Okaka che tra l’altro è anche lui nel mirino del Torino. Il club di Cairo potrebbe trovarsi tagliato fuori da una trattativa con la Sampdoria se l’Anderlecht accelerasse i tempi dell’affondo, ma potrebbe battere la concorrenza belga se includesse nel pacchetto anche Silveste o De Silvestri, magari entrambi, tanto più che la società blucerchiata deve pagare il riscatto di Quagliarella, però il Torino dovrebbe mettere mano al portafoglio sborsando una cifra non troppo al risparmio. Tra l’altro De Silvestri non dispiace al Napoli.

Anche per Regini la situazione è in salita perché il Napoli, altro nome di società che ritorna, potrebbe decidere di riscattarlo pagando il dovuto guarda caso sempre alla Sampdoria e sul difensore sta riflettendo anche il Sassuolo, se dovesse trovare un sostituto per Acerbi. Per carità al Torino rimarrebbe Tomovic e anche Caldara e qualche altro, però, per dare a Mihajlovic un numero congruo di giocatori a lui graditi per l’inizio del ritiro estivo servirebbe intavolare trattative decisive. Magari il Torino finirà per rendere altri giocatori dicendo che questi non erano i veri obiettivi, ma solo chiacchiere giornalistiche, benissimo purché siano giocatori graditi a Mihajlovic e che arrivino per tempo.