Il giudizio della stagione a fine 2020 - Difensori centrali

25.12.2020 13:59 di M. V.   vedi letture
Il giudizio della stagione a fine 2020 - Difensori centrali
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Sport

Gleison BREMER - Rispetto alla seconda parte dello scorso anno, in cui è salito alla ribalta, si è confermato e, dei centrali difensivi, è risultato essere il migliore. Al netto degli errori, che non si possono azzerare, il suo rendimento è molto positivo e, se non verrà ceduto sul mercato, una certezza per l'immediato futuro. Voto 6.5.

Vojnovic LYANCO - Uno dei possibili partenti poi rimasto alla base in estate. Male inizialmente nella difesa a tre, ma estremamente utile quando si tratta di difendere a quattro. Ultimamente, poi, si è mostrato in grado di rendersi quasi indispensabile quando Giampaolo schiera il suo Toro nel modo a lui meno congeniale. Errori, certo, ma è in crescendo. Voto 6.

Armando IZZO - Nell'ultima gara ha realizzato una rete importante, seguito dall'abbraccio verso il tecnico Marco Giampaolo, sfoderando una prestazione di livello, ben oltre alle attese, essendo lui uno cui la carriera pareva rivolta verso altri lidi. Invece potrebbe essere, alla ripresa, un volto fondamentale per il reparto. Il giudizio complessivo, tuttavia, al momento è negativo. Voto 5.

Nicolas NKOULOU - Si tratta di uno dei primi giocatori ad aver manifestato la volontà di andare via, senza nasconderlo minimamente. Poi il declino, prestazioni quasi positive ma sempre macchiate da errori marchiani che sono costati cari. Il suo livello è ben diverso da questo, ed anche se ha rifilato un gol, poi risultato inutile, alla Juventus, da queste parti non è, nella maggioranza dei casi, più ben visto. Voto 5.

Alessandro BUONGIORNO - Niente di clamoroso fin qui, ma ha saputo aspettare sfruttando le poche occasioni che ha avuto a disposizione. Ormai non sono più indizi, ma prove. Il giovane prodotto del vivaio granata in Serie A può starci eccome, ed anche se ha bisogno di crescere ulteriormente, questa difesa, nell'immediato futuro, ha bisogno anche di lui, della sua volontà e affidabilità. Voto 6.