De Silvestri scavalcato da Ansaldi a destra, solo una contingenza?

13.10.2019 06:30 di Federico Danesi   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
De Silvestri scavalcato da Ansaldi a destra, solo una contingenza?

Ansaldi è duttile e il suo peso si sente, ma soprattutto ha ancora due anni di contratto. De Silvestri invece andrà in scadenza a fine giugno e questo può fare tutta la differenza del mondo. Perché l'esterno italo-argentino nelle ultime uscite ha dimostrato di poter reggere benissimo il peso anche spostato in mediana e di cavarsela egregiamente pure a destra.

Una risorsa in più per Mazzarri, un problema invece per Lollo. Perché fino a quando la concorrenza si chiamava solo Aina, tutto sommato era gestibili. Ma ora con Ansaldi dirottato sulla sua fascia per lasciare spazio a Laxalt dall'altra parte, le cose cambiano. Certo, gli impegni sono molti e i problemi muscolari dell'ex interista ogni tanto vengono a bussare alla porta. Alla lunga però questo è un dualismo da gestire con cautela, anche perché gli estimatori per De Silvestri fiori da Torino non mancano. E il rinnovo per ora nemmeno arriva.