Al Torino c’è il problema terzini: Giampaolo trema e si complica la partenza di Izzo

Rodriguez salterà almeno le prime due partite e Ansaldi, Vojvoda e Singo hanno appena messo alle spalle gli infortuni. Nella notte sembra esserci stata un’accelerata per Torreira.
14.09.2020 10:30 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Marco Giampaolo
© foto di Image Sport
Marco Giampaolo

Proprio non ci voleva l’infortunio di Rodriguez che salterà almeno due partite, Fiorentina  e Atalanta, più probabile tre, forse anche la gara con il Genoa, a causa di un evento traumatico con interessamento agli adduttori della coscia destra che sarà valutato nei prossimi giorni dopo i primi accertamenti che ne hanno sancito il problema. Ma non è solo l’ex Milan e Psv a far tremare mister Giampaolo  perché anche gli altri terzini qualche problema lo hanno avuto, infatti, Ansaldi  è reduce da un affaticamento muscolare al polpaccio sinistro, Vojvoda  da  un trauma al ginocchio e Singo  dalla lussazione scapolo-omerale anteriore della spalla sinistra. A onor del vero Ansaldi, Vojvoda e Singo hanno superato i rispettivi problemi fisici però hanno uno stato di forma non al top proprio perché hanno dovuto svolgere allenamenti mirati al recupero dagli infortuni, senza dimenticare che Vojvoda deve  prendere confidenza con il calcio italiano e imparare bene ciò che vuole Giampaolo e a interagire con i nuovi compagni.

A cinque giorni dall’inizio del campionato non ci voleva questa tegola per il Torino tanto più che il mercato non ha ancora portato né il regista - nella notte pare ci sia stata un’accelerata per Torreira, ma è tutto in divenire e comunque se anche ci fosse la fumata bianca il giocatore dell’Arsenal non sarebbe pronto per il debutto del campionato - né il trequartista, che sono fondamentali per il 4-3-1-2 di Giampaolo.
Tornando alla questione terzini, nella giornata di ieri Izzo si è avvicinato alla Roma con tanto di famosa story sul profilo Instagram del giocatore rimossa dopo un po’ che raffigurava delle fiamme giallorosse su sfondo nero. Dal suo arrivo Giampaolo ha provato Arando a destra e con i problemi fisici che hanno avuto i compagni di ruolo e con l’infortunio di Rodriguez lasciarlo andare via adesso sarebbe un azzardo, visto che Aina si è appena accasato al Fulham e De Silvestri è diventato un giocatore del Bologna. C’è il concreto rischio che la partenza di Izzo debba essere posticipata con buona pace di tutti e nella speranza che non si trasformi in un mancato addio. A fronte di una frenata sui tempi che si dovesse prolungare la Roma potrebbe decidere di virare su un altro calciatore oppure qualche altra problematica potrebbe sconsigliare il Torino di privarsi di Izzo, anche se il giocatore è un centrale adatto alla difesa a tre e non un terzino per una linea a quattro.

Nelle prossime ore si capirà meglio la situazione terzini del Torino, ma intanto il countdown dell’inizio del campionato inesorabilmente avanza e sabato alle 18 all’Artemio Franchi di Firenze il Torino dovrà farsi trovare pronto e al meglio per la prima partita ufficiale della stagione che dovrà far dimenticare la scorsa e tutti i problemi e le delusioni che ci sono state.