Addio a Gigi Radice, l’allenatore dell’ultimo scudetto

Radice da giocatore fece grande il Milan e da allenatore il Torino.
07.12.2018 17:25 di Elena Rossin  articolo letto 2544 volte
Luigi Radice
Luigi Radice

Il Toro piange uno degli uomini che lo hanno reso grande. Si è spento, all'età di 83 anni, Luigi Radice l’allenatore che nel 1976 portò il Torino a vincere lo scudetto, l’unico conquistato dopo la tragedia di Superga. L’anno successivo sfiorò il bis nello storico testa a testa che alla fine vide prevalere la Juventus per un punto e al Torino rimase fino al febbraio 1980 quando fu esonerato. Tornò sulla panchina granata dal 1984 al 1989 e il primo anno fu di nuovo vicino a far conquistare al Torino lo scudetto che poi fu vinto dal Verona. I successi di Radice non sono legati, però, solo ai colori granata, infatti, con il Milan da giocatore vinse tre scudetti a cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta e la Coppa dei Campioni del 1963, la prima conquistata da un club italiano.
Radice si ritirò dal calcio nel 1997 e dopo una decina di anni una grave malattia degenerativa del sistema neurologico poco alla volta lo ha allontanato anche dal mondo del pallone, ma non gli ha tolto né la grande stima né l’affetto di chi lo aveva conosciuto e apprezzato.