A certe cifre Duvan Zapata non arriverà al Torino. Il Napoli non tiri la corda

Il Napoli chiede molto per l’attaccante che da due stagioni ha dato in prestito all’Udinese.
17.06.2017 08:46 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin
A certe cifre Duvan Zapata non arriverà al Torino. Il Napoli non tiri la corda
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Secondo le ultime indiscrezioni il Napoli valuta il cartellino di Duvan Zapata 25 milioni, ammettendo pure che sia una fake news, ma se anche la cifra si aggirasse attorno ai 20 sarebbe comunque alta, magari non in assoluto visto le valutazioni che circolano soprattutto per gli attaccanti, però, certamente il Torino non arriverebbe a sborsare tanto per un giocatore. Finora il club granata al massimo si è spinto a 9 milioni per Ljajic e pensare che arrivi a raddoppiare la posta è a dir poco incredibile. Non ci sono dubbi che il Torino sia interessato a un profilo di giocatore come quello di Zapata, ma stando in linea con i tetti di spesa e il rapporto qualità-prezzo deve essere congruo.

L’attaccante colombiano arrivò in Italia nell’agosto del 2013 preso dal Napoli che sborsò per lui all’Estudiantes 7,5 milioni e per due anni militò nel club partenopeo collezionando 56 presenze per complessivi 2039 minuti e segnando 16 gol e realizzando 5 assist tra campionato e coppe. In seguito è stato dato in prestito all’Udinese per due stagioni e in Friuli ha avuto modo di mettersi maggiormente in evidenza, infatti, i numeri che hanno caratterizzato le sue prestazioni sono tutti aumentati: 66 presenze per un totale di 4817 minuti con 19 reti e 9 assist. Non ci sono dubbi che ci sia stato un crescendo, ma non sicuramente tale da portare il Torino a pensare di sborsare certe cifre per averlo, anche perché la valutazione di Zapata, stando a quanto riportato dal noto sito Transfermarkt.it, è di 8,5 milioni e il dato è aggiornato all’8 giugno di quest’anno.

Il Napoli deve ancora al Torino il saldo per Maksimovic che ammonta a 20 milioni, ma è impensabile che possa pareggiare la cifra con giocatori che potrebbero fare al caso dei granata, i vari Tonelli, Grassi e appunto Zapata. Ci sta che De Laurentiis e Giuntoli provino a risparmiare o quantomeno a rientrare dell’esborso, ma tirare troppo la corda aumentando il valore del costo del cartellino dei propri tesserati è una politica che troverebbe un muro invalicabile da parte del Torino. Dal canto suo il Torino non può pensare che se dovesse mai cedere Belotti per 100 milioni avrebbe vita facile ai tavoli delle contrattazioni. Con tanto denaro in cassa porterebbe le altre società a chiedere cifre elevate poiché sanno che il club granata ha tanti soldi da spendere e una squadra che ha assoluto bisogno di essere rinforzata e non solo alla voce attaccanti.