Toro, qualcosa bolle in pentola

04.01.2010 11:12 di Marina Beccuti   vedi letture
Fonte: www.srweb.eu
Toro, qualcosa bolle in pentola
TUTTOmercatoWEB.com

A margine della presentazione di Inacio Pià tutti gli occhi e le orecchie erano rivolte verso la "Strana Coppia" che ha in mano il mercato del Torino FC: Foschi + Petrachi.



Prima che il giocatore brasiliano (praticamente però è italiano...) rispondesse alle domande, ci ha pensato Foschi a puntualizzare ancora una volta come lui e Petrachi stiano lavorando in simbiosi.



Virtusismo giusto ma probabilmente inutile quello di dire "Siamo come un corpo unico", visto le facce scettiche degli astanti ... ma non vogliamo vedere il cattivo da per tutto e quindi non ci costa nulla crederci.



Dopo le risposte di rito da parte di Pià, daltronde cosa volete che risponda se non il classico "Sono contento, Torino è una piazza importante e deve tornare in A, a fine campionato il Toro deciderà se tenermi", sono partite le domande sui prossimi colpi di mercato in entrata ed in uscita.



Si è tornati a parlare di Bogliacino, pista raffreddata immediatamente da Foschi che ha anche aggiunto che Barusso non è stato mai trattato perchè è un giocatore fermo da due anni (o quasi) ed il Toro ha bisogno di giocatori pronti e di categoria.



A questo punto assumono importanza le parole dette da Petrachi poco prima: "Non dobbiamo convincere nessuno, qui vogliamo giocatori che abbiano voglia e che considerino giocare al Toro una priorita' non un parcheggio" (abbiamo sintetizzato nel virgolettato).



Insomma i due sembrano avere le idee piuttosto chiare e a quanto pare qualche cosa deve bollire in pentola ... a proposito ha ragione il Vate Gramellini, che occhio cattivo quello di Petrachi, forse più che cattivo, molto determinato.



I presenti si sprecano in pensieri e commenti, i soliti pensieri, del tipo ... certo bisogna vedere quanti soldi Cairo mette a disposizione ... francamente bisogna essere un po' più ottimisti, tanto è uguale.



Dalle quattro parole dette dalla Strana Coppia si capisce però che gli interventi saranno a centrocampo, non che ci volesse una grande scienza per capirlo, anche se la pista Di Cesare da Vicenza per quanto riguarda la difesa sembra tutt'altro che tramontata.



L'impressione è che qualche colpetto di interesse sia in arrivo, anche se come ha detto Foschi: " il Mercato impone riservatezza lo sapete e quindi non posso ... possiamo, dare indicazioni di nessun tipo" e quindi i depistaggi potrebbero essere all'ordine del giorno ... però l'impressione è quella.



Foschi e Petrachi ci sono sembrati, nonostante tutte le cose che si sentono dire in giro, "una bella macchina da guerra" detrminati e convinti, affabulatore e mercante Foschi, di ghiaccio e senza tanti peli sulla lingua Petrachi ... fosse che questa è la formula giusta?



Alla fine vogliamo ancora raccontare di un Di Michele che ci è parso, quando ha abbandonato il campo di allenamento ... un po' nervosetto, non che abbia mai brillato in simpatia e cordialità ... forse aveva fretta di andare a mangiare.






GMC