Toro, le possibili varianti tattiche per supplire alle assenze

17.01.2019 07:47 di Claudio Colla   vedi letture
Toro, le possibili varianti tattiche per supplire alle assenze
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Fuori Izzo e Meité per squalifica, in casa Toro si cerca di far fronte anche a quelle che potrebbero essere le simultanee defezioni di Baselli e Lukic (insieme a quella del veterano difensivo Moretti). Qualora non si rivelasse possibile nemmeno una staffetta tra i due centrocampisti acciaccati, Mazzarri, di fronte alla necessità di schierare comunque due uomini sulla mediana, potrebbe ricorrere all'esperimento legato ad Ansaldi interno, già effettuato per qualche scampolo di gara la scorsa stagione, con risultati non disprezzabili, e con Aina e De Silvestri sulle corsie laterali. Qualora invece il tecnico ritenesse che né Bremer né Lyanco offrano sufficienti garanzie per una maglia da titolare, accanto a N'Koulou e Djidji, per Mazzarri si presenterebbe una "forzatura ideologica", legata all'occasionale passaggio a una difesa a quattro. Tale scenario potrebbe dar vita ai seguenti undici di partenza:

(4-4-2): Sirigu; De Silvestri, N'Koulou, Djidji, Ansaldi/Aina; Berenguer, Baselli/Lukic (Ansaldi), Rincòn, Aina/Ansaldi; Iago Falqué, Belotti.

(4-2-3-1): Sirigu; De Silvestri, N'Koulou, Djidji, Ansaldi/Aina; Baselli/Lukic (Ansaldi), Rincòn; Zaza/Edera, Iago Falqué, Parigini/Edera; Belotti.

(4-3-3): Sirigu; De Silvestri, N'Koulou, Djidji, Aina; Baselli/Lukic, Rincòn, Ansaldi; Zaza, Belotti, Iago Falqué.