Toro, Cairo perchè non parli?

24.02.2010 11:24 di Marina Beccuti   vedi letture
Fonte: www.srweb.eu
Toro, Cairo perchè non parli?
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

La crisi impazza, parliamo di quella del Toro naturalmente.
La sconfitta contro l'ultima in classifica ha scatenato la polemica e sembra di essere tornati ai giorni che precedettero l'episodio dei Cavalieri.

La speranza, ma anche la convinzione, è quella che più nessuno si faccia tentare dal "farsi giustizia da se", sarebbe stupido e controproducente visto che poi gli avvisi di garanzia arrivano a chi commette le sciocchezze e non a chi soffia sul fuoco.

Si sta toccando il punto più basso della storia granata ... anche se con gli anni di Calleri e Vidulich è una bella lotta, i "four points" ed il pulmann in affitto sono purtroppo delle realtà ineludibili.

Che il Toro in questo momento valga un po' più della carta straccia, è sotto gli occhi di tutti e solo lo sconfinato amore dei tifosi fa si che si continui a sognare.
La discesa sembra senza fine ed il Grande Comunicatore è in colpevole silenzio da troppo tempo ormai.

Si me ne voglio andare, no voglio rimanere ... non ci vuole poi molto a dire qualche parola, stando zitti si avvalorano tutte le tesi, specialmente quelle dei detrattori e si lascia nello sconforto quelli che non capiscono che cosa ci sia sotto.

Ci può anche stare che il Pres. si sia rotto le scatole, saremmo persino più contenti se scoprissimo che il giocattolo non gli "serve" più e che quindi lo ha abbandonato nell'armadio.
Anche il sentirsi dire "ma chissenefrega del Toro" sarebbe meglio che non sentirsi dire nulla.

Un bacino d'utenza di prima categoria (6° posto in Italia), gli incassi TV, la possibilità di avere uno stadio di proprietà (tre dei four points) farebbero del Toro una società fra le più appetibili d'Italia ma ... siamo in Piemonte e la tirchieria impera o forse meglio dire che i Piemontesi sono un popolo "molto attento".

La corsa alla cordata, all'imprenditore munifico, al Lodista scalpitante porterà questa volta a qualche cosa di diverso?
Almeno un dubbio lasciatecelo avere.

Certo che se ci avesserro detto la sera della promozione nel 2006 che il Toro sarebbe ritornato ad essere più piccolo di prima, non ci avremmo creduto.

Presidente questo è il momento o si fa il Toro o si lascia, ci auguriamo che lei resti ma non in questo modo, perchè lo stillicidio di notizie contro non fa certo bene allo spirito ... ci faccia sapere.




GMC