Torino, Pellegri vuole il salto di qualità: l'infortunio è alle spalle, il 2023 per la svolta

04.12.2022 11:30 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Tmw
Pietro Pellegri
TUTTOmercatoWEB.com
Pietro Pellegri
© foto di www.imagephotoagency.it

<b>La caviglia fa molto meno male, Pellegri è pronto a riprendersi il Toro</b>. Avrà a disposizione un mese di tempo per <b>convincere Ivan Juric a continuare a preferirlo a Sanabria</b>, proprio come accaduto nelle ultime partite prima della sosta del campionato e dell’infortunio di Bologna. Era la terza di fila da titolare, una sorta di record per il classe 2001, ma poi <b>è finito nella storia per un infortunio lampo dopo appena tre secondi di partita</b>. I forfait contro Sampdoria e Roma, <b>il dolore che non andava via</b>, da qui la decisione di farsi visitare da alcuni specialisti: <b>Pellegri ha anche svolto un consulto all’estero, in Spagna</b>, per cercare di capire come risolvere il <b>problema da edema osseo che continuava a tormentarlo</b>. L’attaccante ha vissuto la prima settimana di allenamenti al Filadelfia <b>tra terapie e programmi personalizzati</b>, negli ultimi giorni <b>qualche esercizio insieme al resto dei compagni</b> per cominciare a riprendere confidenza con il pallone e con i contrasti. E i risultati, stando a quanto trapelato dal quartier generale granata, sono stati soddisfacenti, con lo staff medico che <b>già da lunedì gli aumenterà i carichi di lavoro</b> per riportarlo a pieno regime.

<b>Squadra in partenza</b>
<b>Oggi Juric concederà 24 ore libere</b> ai suoi ragazzi per poi ritrovarli nella giornata di domani: a quel punto, Buongiorno e compagni staranno quasi preparando le <b>valigie per il ritiro in Spagna</b>. Si parte <b>giovedì 8, fino al 17 dicembre sarà San Pedro del Pinatar</b> la sede della preparazione agli ordini del tecnico croato. E Pellegri vuole essere pronto già per le amichevoli che attendono la squadra, con le <b>sfide contro Espanyol e Almeria</b> fissate rispettivamente per sabato 10 e venerdì 16. Anche e soprattutto per riprendere da dove aveva lasciato, con la rete da tre punti contro l’Udinese e la buona prestazione offerta contro il Milan.