Torino, da Linetty trequartista al 3-5-2: da casa, Giampaolo studia sorprese anti-Inter

22.11.2020 11:15 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Tmw
Marco Giampaolo
TUTTOmercatoWEB.com
Marco Giampaolo
© foto di Federico De Luca

Non solo Giampaolo, anche quattro giocatori rientrati dalle nazionali: ai due positivi comunicati nella giornata di venerdì, alla vigilia della trasferta di Milano se ne sono aggiunti altri due. E ora trema tutto il Toro, che come da protocollo è tornato in bolla, perché tra questi “è emersa la positività al Covid-19 di un calciatore reduce dagli impegni della sua Nazionale che al rientro a Torino era risultato negativo al tampone molecolare di controllo”. Questo vuol dire che ha avuto contatti con gli altri compagni, perché i test al ritorno dagli impegni all’estero avevano dati esito negativo: nella mattinata di oggi un altro giro di tamponi prima della sfida contro l’Inter, l’ambiente granata incrocia le dita. In panchina ci andrà Francesco Conti, mentre in campo non si potrà fare affidamento su Vojvoda e Lukic, non convocati così come Gojak e Ujkani.

“Servirà una prestazione di grandissimo livello, sono tra i più forti in Italia: sappiamo che il nostro percorso è lungo, ma sappiamo dove vogliamo arrivare e tutti i giocatori sono disponibili”: così Conti, il vice di Giampaolo che guiderà i granata a San Siro. E lo staff non ha ancora sciolto gli ultimi dubbi di una formazione che, in ogni caso, sarà inedita. Difficile immaginarsi un tridente di punte vere Verdi-Zaza-Belotti, così il trequartista potrebbe essere Linetty e i due attaccanti si giocherebbero il posto di fianco al Gallo: una scelta più prudente, così da inserire Ansaldi nella mediana a tre insieme a Rincon e Meité. Al Filadelfia, però, è stato provato anche il 3-5-2, di certo non il marchio di fabbrica di Giampaolo ma un modulo che il tecnico ha adottato in situazioni di emergenza. E questa lo è a tutti gli effetti, con Nkoulou che potrebbe essere reinserito dopo quattro panchine consecutive. Nodi che l’allenatore, insieme al suo staff, deve ancora sciogliere: lo farà a poche ore di una sfida che si preannuncia complicatissima.