Torino-Cittadella 1-1, Toro troppo timido

22.01.2011 16:52 di Marina Beccuti   vedi letture
Torino-Cittadella 1-1, Toro troppo timido
TUTTOmercatoWEB.com

Un pareggio inaspettato per il Cittadella ed un Toro che sciupa ancora in attacco e non riesce a vincere in questo inizio di 2011. Non è stata una bella partita quella della squadra di Lerda, forse impaurita dopo il disastro di una settimana fa. L'avversario è modesto, dunque i granata con più carattere e personalità avrebbero potuto vincere in scioltezza. Le cose più belle le abbiamo viste fare dalla coppia Gasbarroni/Bianchi. Ma il fantasista torinese è stato costretto ad uscire per un infortunio che non dovrebbe essere grave. Lerda aveva già preventivato il cambio con Belingheri, ma ancora una volta l'ex ascolano ha dimostrato di essere confuso e di non riuscire mai a saltare l'avversario. Budel è andato benino salvo l'errore che ha portato al pareggio degli ospiti. Adesso si può sorridere con l'arrivo di Antenucci e Gabionetta, che verranno ufficializzati nelle prossime ore. Due innesti sicuramente importanti che dovrebbero aiutare Bianchi ad avere più palloni giocabili. Il Torino, con una vittoria, sarebbe riuscito a scalare la classifica perchè le dirette rivali hanno tutte pareggiato, tranne il Livorno, sconfitto ieri sera.

Secondo tempo

Fischia l'arbitro la fine del match, solo un pari per i granata, che in questo 2011 è riuscito a portare a casa solo due punti, quello di Padova e quello ottenuto oggi. Sempre con i gol di Rolando Bianchi.

Al 49' Budel tira, la palla esce di poco dal palo esterno. Un Toro arrembante nel finale, ma non riesce a segnare il gol della vittoria.

Sono 4 i minuti di recupero.

Al 44' Bianchi serve un pallone preciso a Belingheri che però si fa anticipare da due avversari. Improponibile l'ex ascolano.

Confusionaria la manovra granata e D'Ambrosio è andato in crisi dopo l'autorete.

Al 41' bella azione del Toro in area avversaria, manca il cross finale per Bianchi.

Al 39' gesto di stizza di Bianchi che non riesce a segnare il secondo gol.

Al 30' terzo ed ultimo cambio per Lerda, fuori Zanetti per Pellicori.

Va Bianchi in attacco per cercare il nuovo vantaggio, nulla di fatto.

Incredibile, al 27' il Cittadella pareggia con un autogol di D'Ambrosio su tiro di Perna. Errore in precedenza di Budel.

Al 24' esce Gasbarroni per Belingheri.

Al 18' Gasbarroni è costretto ad uscire in barella. E' pronto Belingheri. Per fortuna il Gas può rientrare, oggi autentico protagonista della manovra granata d'attacco.

Due errori al 18' e 19' per il Torino che vede vanificare due bei tiri prima di Lazarevic e poi di Budel, che mandano alto sopra la traversa.

La partita è bloccata, nel senso che il Cittadella non crea problemi al momento in area granata, ma anche il Torino non riesce a manovrare in attacco.

All'11' D'Ambrosio va vicino al gol, palla in angolo, Gas cerca il cross vincente, ma l'azione sfuma con una punizione a favore del Cittadella.

Al 6' primo cambio per il Toro, entra D'Ambriosio, esce Di Cesare.

Al 6' Giacomelli compie il suo capolavoro ammonendo Ogbonna, che essendo diffidato, salterà la sfida contro il Crotone.

E' cominciato il secondo tempo.

Primo tempo

Il Torino parte contratto, ma poi si ritrova dopo il gol di Bianchi che ha sbloccato la situazione.

Si chiude la partita con il vantaggio granata.

Uno solo il minuto di recupero.

Al 41' ci prova Bianchi in acrobazia, ma la palla va fuori. Bianchi rimane leggermente acciaccato per una botta.

Al 40' ancora super azione del duo Gas e Rolandinho, un'intesa perfetta e e di pura fantasia.

Al 35' brutto fallo su Di Cesare ad opera di Gorini, il granata deve uscire in barella. Per fortuna il granata può rientrare.

Al 34' Lazarevic vicino al raddoppio, manca il suo tocco finale. Il Torino aveva bisogno di sbloccarsi e dopo il gol va ora in scioltezza in area avversaria.

Al 31' traversa del Gas che sta crescendo.

Al 26' il Torino va in vantaggio grazie al "solito" Bianchi, che mette dentro un pallone preziosissimo calciato da Gasbarroni. Nono gol per il bomber granata

Il Torino ci prova ma è intimorito, dovrebbe trovare il gol per sbloccarsi, soprattutto psicologicamente.

Al 14' cross di Budel per Bianchi che si avventa di testa ma è in fuorigioco. Prima vera azione d'attacco dei granata.

Non è un bel Torino quello che è sceso in campo nei primi dieci minuti, che non si è ancora fatto vedere sotto la porta avversaria, solo Bianchi s'è fatto vedere una volta.

Attenzione perchè al 3' Bellazzini cade in area, a solo, ma era molto vicino a segnare.

La partita è cominciata.

Un minuto di silenzio, l'ennesimo, per il soldato ammazzato in Afghanistan.

Lerda cambia alcuni elementi e propone Gasbarroni dal primo minuto e non Stevanovic, in panchina. In difesa c'è Rivalta al posto di D'Ambrosio. Esordisce dal primo minuto Budel. Poca la gente allo stadio Olimpico di Torino. La giornata è fredda ma soleggiata.

Tabellino

Marcatori: 26' Bianchi (T; 27' st D'Ambrosio aut. (C)

Torino: 4-2-3-1: Bassi, Rivalta, Di Cesare (D'Ambrosio), Ogbonna, Garofalo, Zanetti (Pellicori), Budel, Lazarevic, Gasbarroni (Belingheri), Sgrigna, Bianchi. Adisp. Morello, Zavagno, D'Ambrosio, De Feudis, Belingheri, Stevanovic, Pellicori. All. Lerda.

Cittadella: 4-3-1-2: Villanova, Manucci, Gorini, Scardina, Marchesan, Dalla Bona, Musso, Carteri (Di Roberto), Bellazzini (Volpe), Piovaccari (Perna), Nassi. A disp. Pierobon, Semenzato, Nocentini, Volpe, Di Roberto, Carra, Perna. All. Foscarini.

Ammoniti: Ogbonna (T)

Arbitro: Giacomelli