Torino-Atalanta, la voce dei protagonisti

30.10.2008 09:00 di Raffaella Bon   vedi letture

Il presidente del Torino, Urbano Cairo: "Una vittoria che ci voleva, importante, meritata. All'inizio c'era una comprensibile tensione e poi siamo cresciuti. Non ho mai pensato di cambiare mister. Ho visto un secondo tempo tonico, i ragazzi con grande voglia di fare bene. Stellone per noi è molto importante, quando c'è bisogno di lui si fa sempre trovare pronto. La squadra è compatta, i momenti negativi si superano insieme, la reazione è stata forte, mi è piaciuta".

L'allenatore del Torino, Gianni De Biasi: "Una vittoria fortemente voluta, una partita iniziata con grandi tentennamenti proprio per l'importanza del match, avevamo la necessità assoluta di fare i tre punti e quando hai l'imperativo di vincere è tutto più difficile. Tra il primo e il secondo tempo ho cercato di rassicurare i giocatori e ho detto loro di sfruttare meglio gli inserimenti esterni in fase offensiva. L'Atalanta è una squadra di grande valore, aver vinto è motivo di ancor maggiore soddisfazione".

Il centrocampista del Torino, Blerim Dzemaili: "All'inizio è mancata la convinzione in noi stessi ed eravamo bloccati poi ci siamo sbloccati ed abbiamo giocato un ottimo secondo tempo. Io gioco per la squadra, sono contento quando il Torino fa bene e vince. Nel campionato italiano mi trovo bene, un calcio tecnico e meno improntato ai contrasti duri e alla corsa del campionato inglese".

ATALANTA

Il tecnico dell'Atalanta, Gigi Del Neri: "Abbiamo perso perché siamo stati troppo leziosi e disattenti in difesa. Non è stato una gara spettacolare, non si è visto calcio stellare, mi aspettavo un Torino aggressivo ma noi l'abbiamo agevolato. In questa partita abbiamo avuto il difetto di finalizzare male le azioni, insistendo troppo per vie centrali mentre avremmo potuto concretizzare molto meglio, sia nel primo che nel secondo tempo. Alla fine ho rischiato con uno schema molto offensivo ma la mancanza di lucidità e le nostre disattenzioni ci hanno penalizzato".