Tavecchio: "Troppi stranieri in Serie A, molti sono buoni per la serie B e la Lega Pro"

Durante la conferenza stampa svolta a Taormina, il presidente della FIGC, critica le prospettive di mercato delle diverse squadre italiane iscritte all'élite del calcio azzurro.
25.08.2015 12:51 di Alessandro Sciulli   vedi letture
Tavecchio: "Troppi stranieri in Serie A, molti sono buoni per la serie B e la Lega Pro"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di foto Federico De Luca

Si deve investire sul settore giovanile e nei talenti italiani, questo è il succo della concezione calcistica che il presidente della federazione giuoco calcio vuole fissare nella mentalità delle diverse società iscritte in serie A.

Nei vivai delle squadre italiane ci sono tanti ragazzi, non da meno di molti giocatori che militano nella massima categoria  calcistica, che non aspettano altro che una chance, per ottenere un posto da titolare e affermarsi all'interno delle squadre per la quale giocano.

Il Torino, negli ultimi anni, è stata una delle poche società che ha creduto nelle potenzialità dei giovani azzurri, esempi a dimostrazione di ciò sono Immobile e Darmian, sfociati nel grande calcio internazionale grazie alla fiducia ripostagli dalla dirigenza e in primis dall'allenatore.

La politica granata si è innovata puntando sui talenti italiani; i tanti acquisti effettuati evidenziano quale sia l'intenzione della società presieduta da Urbano Cairo.

Auguriamoci che inizino a pensare in tal modo anche le altre squadre di Serie A, il nostro campionato ne ha bisogno.