Tachtsidis: “Lavoro e in campo faccio quello che mi chiede il mister”

23.03.2014 07:02 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin per TorinoGranata.it
Tachtsidis: “Lavoro e in campo faccio quello che mi chiede il mister”
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Il centrocampista è contento per la vittoria e non pensa alla prossima partita perché affronterà la sua ex squadra, ma per cercare di fare al meglio e di conquistare più punti possibile.

 

Come sta visto che dopo pochissimo che era entrato in campo le è arrivata una pallonata molto violenta in faccia?

“Mi gira ancora un po’ la testa, però sono contento che abbiamo vinto”.

 

Sta prendendo confidenza con il gioco del Torino?

“Sto lavorando da quando sono arrivato e sto aspettando di poter avere un po’ più di spazio e infatti lavoro tutti i giorni per riuscire a dare il meglio possibile per la squadra”.

 

La vittoria vi permette di voltare pagina e di scacciare le voci che vi davano per appagati dai risultati che avevate conseguito in precedenza?

“Sicuramente ci serviva una vittoria davanti ai nostri tifosi e abbiamo fatto vedere che la squadra c’è, anche nelle partite precedenti avevamo giocato bene, ma non eravamo riusciti a conquistare punti, cosa che invece ci è riuscita con il Livorno. Siamo tutti contenti”.

 

Con il Livorno quando è entrato in campo la partita aveva già preso una piega molto positiva per il Torino, ha avuto così anche più spazi per agire e farsi vedere rispetto alle altre volte che aveva giocato?

“Sì, sul tre a zero il Livorno non pressava più come faceva all’inizio e per tutti c’erano più spazi. Io sono entrato in campo e ho fatto quello che mi aveva chiesto il mister”.

 

Come giudica la sua esperienza al Torino?

“Sto bene e mi sto ricavando dello spazio, prima, appena arrivato, dovevo capire il modulo ed ora ho la possibilità di giocare e spero di poter fare ancora di più per la squadra”.

 

La prossima gara con la Roma dove lei ha giocato sarà una partita speciale?

“(Sorride, ndr) Sicuramente, tutti mi dicono questo, ma io non ci devo pensare perché se lo facessi sbaglierei poiché devo pensare solo alla mia squadra che è il Torino in modo che si possa fare più punti possibile”.

 

Pensa che martedì potrà giocare dal primo minuto?

“Non lo so, io mi alleno e poi tocca al mister decidere chi andrà in campo”.

 

Fra lei e Cerci chi parteciperà al Mondiale?

“Speriamo tutti e due e anche tutti quelli che stanno facendo bene come Immobile e Darmian”.