Statistiche di Torino-Livorno

14.03.2011 18:58 di Marina Beccuti  articolo letto 1010 volte
Fonte: www.osservatoriocalcioitaliano.it
© foto di Federico De Luca
Statistiche di Torino-Livorno

E’ un Livorno d’attacco quello che ha espugnato l’Olimpico di Torino. Nella vittoria esterna contro i granata, infatti, la squadra allenata da Walter Novellino ha sviluppato una densità di gioco prevalentemente nella zona di attacco (39%) articolando le manovre offensive sopratutto per vie centrali (42%) mentre le corsie esterne sono state impiegate rispettivamente il 30% quella destra e il 28% quella sinistra. Gli amaranto, inoltre, hanno tentato la conclusione a rete in quattordici occasioni, metà delle quali con l’autore della doppietta-vittoria Tavano, totalizzando una netta superiorità nella percentuale di pericolosità (44.2%) rispetto ai padroni di casa (27.3%).

Lo rileva il Report n. 25/2011 elaborato dall’Osservatorio Calcio Italiano - website monitoring delle manifestazioni calcistiche in Italia.

La porta inviolata degli amaranto è il risultato di un rapporto equilibrato tra densità di gioco in difesa (30%) e nella zona mediana del campo (31%) che consente al Livorno di collezionare una percentuale di protezione dell’area pari al 52.7%, superiore rispetto a quella dei granata che si attesta al 45.6%. Il Torino, di contro, primeggia nel fraseggio (467 palloni giocati con una percentuale di passaggi riusciti pari al 54.1%) al quale però il Livorno risponde con una migliore fase di interdizione: in evidenza Miglionico con 24 palloni recuperati, bene anche il duo Knezevic-Luci (20 ciascuno) e il ghanese Barusso (18).

Assoluta parità nel numero di corner totalizzati (6 per ciascuna formazione). Infine il Livorno ha collezionato un numero maggiore di falli: 27 rispetto ai 22 dei granata.


A cura dell'Osservatorio Calcio Italiano
Informazione, Ricerche, Approfondimenti e Studi riguardanti il panorama calcistico italiano